Lunedì 17 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Basket

Basket, Final Eight di Coppa Italia 2023: Virtus Bologna e Tortona in semifinale

Felsinei e piemontesi completano il quadro delle magnifiche quattro che torneranno in campo sabato: sconfitte Venezia e Trento

Marco Belinelli

Marco Belinelli

Torino, 16 febbraio 2023 - Virtus Segafredo Bologna e Bertram Tortona, a un anno di distanza dalla sfida di Pesaro, si affronteranno di nuovo in semifinale alle Final Eight di Coppa Italia di basket. Dopo i successi ottenuti ieri da Brescia e Pesaro, nella seconda giornata della kermesse cestistica in corso a Torino, sono arrivati anche quelli di felsinei e piemontesi. La Virtus Bologna ha battuto l’Umana Reyer Venezia 82-68 nel segno di Marco Belinelli (21 punti con 6/7 da tre) e Toko Shengelia (19 punti), veri e propri mattatori della sfida: i bianconeri, dopo aver toccato il -8 nel corso del secondo quarto, hanno reagito con un parziale di 15-0 a cavallo delle due frazioni centrali – ispirato di canestri di Shengelia, Weems e Teodosic – e hanno preso in mano l’inerzia del match. Venezia ha comunque cercato di tenere la scia dei bianconeri, ma la Segafredo, all’alba dei 10’ conclusivi, ha dato un’altra spallata scollinando la doppia cifra di vantaggio e gestendo nel finale lo scarto senza particolari patemi.

Tortona piega una coriacea Trento

Come detto, sabato, Bologna affronterà in semifinale la Bertram Tortona che è riuscita ad imporsi in un finale in volata sulla Dolomiti Energia Trento, battuta 74-70: dopo un primo tempo giocato sul filo dell’equilibrio (38-36), la Bertram è salita di tono nella seconda parte del terzo quarto e, grazie alle stilettate dall’arco di Filloy, ha piazzato l’allungo a +11 a 10’ dalla fine (59-48). Semaj Christon (migliore dei suoi con 19 punti) ha fatto il resto alzando l’asticella del vantaggio piemontese fino al +13 nelle battute iniziali dell’ultima frazione, ma Trento non si è data per vinta e, pur perdendo per infortunio Matteo Spagnolo, ha riaperto i giochi con un 9-0 e successivamente e persino arrivata a toccare il -2 sul canestro dall’arco di Crawford. La freddezza in lunetta di un preziosissimo Filloy ha però respinto definitivamente l’assalto trentino.