Mercoledì 22 Maggio 2024
DAVIDE BASELICE
Basket

Basket, Eurocup: Brescia ko con il Prometey. Trento sconfitta dai London Lions

Sconfitte le due compagini italiane nell’undicesimo turno di regular season

CJ Massinburg (Ciamillo-Castoria)

CJ Massinburg (Ciamillo-Castoria)

Roma, 18 gennaio 2023 – Mercoledì amaro in Eurocup per le due formazioni italiane impegnate nell’undicesimo turno di regular season: la Germani Brescia cade sul campo del Prometey Sloboshanke per 79-72 mentre la Dolomiti Energia Trentino si arrende tra le mura amiche ai London Lions per 70-84. La compagine lombarda non riesce a bissare il successo della scorsa settimana contro Badalona. L’avvio è incoraggiante anche se bisogna fare i conti con un avversario che fa sentire il fiato sul collo della rimonta (22-28) con Cournooh e Massinburg. Brescia riesce a gestire il vantaggio fino all’inizio della ripresa quando Agada e Sanon mettono la freccia del sorpasso (40-37). Della Valle e Cournooh piazzano un nuovo strappo che vale il + 5. Inizio un botta e risposta a distanza con Kennedy e Massinburg che infiammano il match (52-53 al 30’). I lettoni scappano sul + 10 nell’ultimo periodo (68-58) con la bomba di Sanon. Gabriel e Nikolic riaprono un incontro ormai chiuso col tabellone che indica solo quattro punti di distanza fra le due squadre (71-67). La girandola di tiri liberi premierà i padroni di casa con Stephens e Kennedy che chiudono i giochi nel finale.

Dekker trascina Londra contro Trento

Secondo stop nella kermesse continentale dall’inizio del nuovo anno per la Dolomiti Energia Trento che incassa un altro stop restando nei bassifondi del girone B. I 13 punti a testa di Spagnolo ed Atkins non bastano ad evitare la resa contro la compagine inglese guidata dalla doppia doppia di Sam Dekker autore di 23 punti e 10 rimbalzi. Graziulis regala il +8 ai bianconeri nella prima frazione che viene ribadito anche nel quarto successivo non prima di un aggancio della compagine viaggiante. Il cambio di passo avviene al rientro dagli spogliatoi coi Lions che lentamente scappano via, grazie alle giocate di Dekker, Best e Taylor arrivando a toccare la doppia cifra di vantaggio fino al + 14 conclusivo.