Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 mag 2022

Giro 2022, Van der Poel: "Continuerò a correre in maniera istintiva"

L'olandese non è riuscito a vincere la tappa di Napoli con una tattica aggressiva, gli è mancato un compagno di squadra in fuga ma la condizione è buona

17 mag 2022
Mathieu van der Poel
Mathieu van der Poel
Mathieu van der Poel
Mathieu van der Poel

Jesi, 17 maggio 2022 - Mathieu Van der Poel vuole arrivare fino a Verona. Il Giro d'Italia ha vissuto ieri la sua seconda giornata di riposo e la tappa di oggi con arrivo a Jesi ben si addice alle caratteristiche dell'olandese con una serie di muri finali che la avvicinano ad una classica del nord. Dopo una primavera corsa con prudenza, vittoria al Fiandre ma non la condizione migliore per la Roubaix, Van der Poel sta tornando a correre in maniera spregiudicata e con l'intenzione di chiudere il Giro.

Vdp: "Mi piace correre istintivamente"


La tappa di Napoli ha visto Vdp tentare un attacco a cinquanta dal traguardo, ma è stato ripreso e poi in contropiede è stato beffato dai fuggitivi con il successo di De Gendt, ma la condizione c'è: "La preparazione alle classiche non è stata come avrei voluto, per cui ho cercato di correre in modo intelligente - le sue parole - Oggi sto bene e se posso provo a correre d'istinto, sarà così anche nella seconda e nella terza settimana". Proprio sulla tappa di Napoli che avrebbe potuto vincere si è soffermata l'analisi di Van der Poel: "E' stato un peccato non avere un compagno di squadra con me, è stata una occasione mancata per noi ma non sono pentito. Mi è piaciuto correre così, non è arrivato il risultato che volevo ma non ho recriminazioni da fare".

Leggi anche - Giro 2022, la Romagna si esalta ricordando Pantani

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?