Tour 2019, Caleb Ewan e Dylan Groenewegen (Ansa)
Tour 2019, Caleb Ewan e Dylan Groenewegen (Ansa)

Toulouse, 17 luglio 2019 - La tappa 11 del Tour de France 2019 propone oggi un percorso piuttosto semplice per i corridori prima dell'arrivo dei Pirenei. A parte la fuga di giornata, ripresa a 6 km dal traguardo, gli unici sussulti arrivano da una caduta che risulta fatale per le ambizioni di classifica generale di Giulio Ciccone e dalla volata finale, vinta oggi da Caleb Ewan: l'australiano, finora ancora a secco in un Tour nel quale avevano trionfato tutti gli altri sprinter più attesi, si sblocca grazie a un colpo di reni che beffa Dylan Groenewegen, mentre Elia Viviani e Peter Sagan si accontentano di terza e quarta posizione. Arrivo polemico per Niccolò Bonifazio, chiuso sulle transenne proprio da un cambio di direzione di Ewan e dal contatto con il braccio di uno spettatore. Domani il Tour entra nel vivo (anche se le emozioni finora non sono certo mancate): si sale sui Pirenei, anche se l'ultima salita di giornata è posta a circa 30 chilometri dal traguardo di Bagneres de Bigorre. Tappa 12: orari tv, percorso e favoriti

Tappa 13 a cronometro: orari tv, percorso, favoriti

Aggiornamento: classifica e risultati dopo la tappa 12

La tappa di oggi

I 167 km da Albi a Toulouse arrivano dopo l'insidia del giorno di riposo, ma offrono ai corridori appena due GPM di terza e quarta categoria come difficoltà. Pronti, via e parte la fuga buona, composta da 4 corridori, ovvero: Anthony Perez, Stephane Rossetto (Cofidis), Lilian Calmejane (Total Direct Energie) e Aimé De Gendt (Wanty-Groupe Gobert), che guadagnano fino a un massimo di 3'30'' senza tuttavia mai impensierire seriamente il gruppo, che viene rotto da una caduta che coinvolge tra gli altri Richie Porte, Nairo Quintana, Giacomo Nizzolo e Giulio Ciccone: è quest'ultimo a pagare le conseguenze peggiori, come si evince dal pesante ritardo accumulato che ne sancisce l'uscita dalla classifica generale. A 7 km dal traguardo 3 dei 4 fuggitivi vengono ripresi, con il solo De Gendt a resistere in avanscoperta, ma anche per lui il destino è segnato. A decidere la vittoria di tappa è ancora una volta il fotofinish, che sancisce il successo grazie a un colpo di reni di Caleb Ewan ai danni di Dylan Groenewegen, mentre Elia Viviani e Peter Sagan devono accontentarsi rispettivamente del terzo e quarto posto. Pugni sul manubrio per Niccolò Bonifazio, danneggiato sia da un cambio di direzione di Ewan sia da un contatto con il braccio di uno spettatore.

Tappa 11, le pagelle di Angelo Costa

Ordine d'arrivo della tappa 11

1) C. Ewan (LTS) in 3h51'26''
2) D. Groenewegen (TJV) st
3) E. Viviani (DQT) st
4) P. Sagan (BOH) st
5) J. Debusschere (TKA) st
6) S. Colbrelli (TBM) st
7) J. Philipsen (UAD) st
8) C. Bol (SUN) st
9) A. Kristoff (UAD) st
10) W. Barguil (PCB) st

Classifica generale Tour de France 2019

1) J. Alaphilippe (DQT) in 47h18'41''
2) G. Thomas (INS) +1'12''
3) E. Bernal (INS) +1'16''
4) S. Kruijswijk (TJV) +1'27''
5) E. Buchmann (BOH) +1'45''
6) E. Mas (DQT) +1'46''
7) A. Yates (MTS) +1'47''
8) N. Quintana (MOV) +2'04''
9) D. Martin (UAD) +2'09''
10) T. Pinot (GFC) +2'33''
24) F. Aru (UAD) +5'57''
29) G. Ciccone (TFS) +14'35''
31) V. Nibali (TBM) +16'40''

false