15 mar 2022

golf, Smith trionfa al TPC

Sul percorso di Sawgrass l'australiano conquista il secondo titolo stagionale e sale al sesto posto nel ranking mondiale. Molinari cede nell'ultimo giro, 42° posto

Golf: Australian PGA, Cameron Smith a un passo dal titolo (foto Ansa)
ANSA

EPILOGO: Cameron Smith ha vinto il The Players Championship festeggiando così il quinto titolo in carriera (il secondo del 2022 dopo quello ottenuto a gennaio nel Sentry Tournament of Champions) sul Pga Tour. Al TPC Sawgrass in Florida, l'australiano, nonostante una palla spedita in acqua alla 72ma e ultima buca del torneo, con un parziale di 66 (-6) su un totale di 275 (69 71 69 66, -13) colpi, ha superato in volata l'indiano Anirban Lahiri (in testa al termine del 'moving day'), secondo con 276 (-12). Il successo ha fruttato a Smith, 28enne di Brisbane, 3,6 milioni di dollari a fronte di un montepremi complessivo di venti milioni, il più alto di sempre per un torneo del Pga Tour.

Finale amaro per Francesco Molinari, solo 42° con 286 (70, 73, 69, 74, -2) al termine di un ultimo giro chiuso in 74 (+2), con tre birdie e cinque bogey. Prova deludente anche per Jon Rahm. Lo spagnolo, numero 1 mondiale, non è andato oltre il 55/o posto con 290 (+2). Incredibile quanto successo all'iberico che ha chiuso la buca 4 (par 4), con un quintuplo bogey. Mai fino a ora, nella sua carriera sul PGA Tour, lo spagnolo aveva concluso una buca in 9 colpi. Sei anni dopo l'ultima volta (Jason Day nel 2016), un australiano (cinque in tutto quelli che ci sono riusciti) torna così a vincere questa competizione. E' Smith il nuovo campione del The Players Championship.

COME CAMBIA IL RANKING: Il trionfo in Florida al The Players Championship permette all'australiano Cameron Smith di balzare dalla decima alla sesta posizione del ranking mondiale con un totale di 6.9351 punti. È una escalation quella del 28enne di Brisbane (il cui successo a Ponte Vedra Beach gli ha fruttato 3.600.000 dollari), che ha chiuso il 2021 al 21/o posto salvo poi cominciare la scalata anche grazie all'affermazione al Sentry Tournament of Champions nel gennaio 2022.

Resta invariata la Top 5, con lo spagnolo Jon Rahm al vertice con 8.3443 punti (nonostante il deludente 55° posto al The Players davanti al californiano Collin Morikawa, secondo con 7.9307. In terza posizione c'è ancora il norvegese Viktor Hovland, che ha messo nel mirino il primo posto. Poi, ecco gli americani Patrick Cantlay (quarto) e Scottie Scheffler (quinto). Perde una posizione il nordirlandese Rory McIlroy, ora 7/o davanti a Justin Thomas, ottavo. Mentre Xander Schauffele arretra al nono posto, chiude la Top 10 Dustin Johnson. Restano fuori dai migliori 100, gli azzurri. Con il vicentino Guido Migliozzi che passa dalla 110ma alla 112ma posizione. Francesco Molinari, da 184° a 176°, supera Francesco Laporta (187°) e torna ad essere così il secondo miglior italiano nel world ranking.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?