Lorenzo Scalise
Lorenzo Scalise

EPILOGO: Il danese Joachim B. Hansen con lo score di 265 (66 68 64 67, -19) colpi ha ottenuto il primo titolo in carriera sul tour maggiore nel Joburg Open, torneo organizzato in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour, disputato sul percorso del Randpark GC (par 71), a Johannesburg in Sudafrica, dove Lorenzo Scalise, dopo una buona prova, si è classificato 23° con 277 (67 70 72 68, -7).

Hansen, 30enne di Hillerod fino ad ora con due successi sul Challenge Tour, secondo dopo tre turni con un colpo di ritardo dal 20enne sudafricano Wilko Nienaber, ha condotto l’inseguimento con accortezza e pazienza e con un 67 (-4, quattro birdie) ha messo sotto pressione il suo giovane avversario che, una volta vistosi raggiunto, ha ceduto lasciandogli strada con due bogey sulle ultime due buche e terminando secondo con 267 (-17). Sostanzialmente beffati in extremis i giocatori di casa, che avevano tenuto banco per 70 buche, anche se il terzo posto di Shaun Norris (268, -16) e il quarto di Brandon Stone (271, -13), oltre al secondo di Nienaber, non possono far parlare di bilancio negativo.

Stone è stato affiancato dal canadese Aaron Cockerill e dall’inglese Steve Surry, hanno occupato la settima piazza con 272 (-12) i sudafricani Jacques Blaauw e Bryce Easton, l’olandese Lars Van Meijel e l’inglese Richard Bland, quindi in 11ª con 273 (-11) il sudafricano Darren Fichardt, vincitore di questa gara nel 2017, e in 30ª con 279 (-5) lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, a segno in due Open d’Italia

Lorenzo Scalise ha concluso con un parziale di 68 (-3) dovuto a quattro birdie e a un bogey. Ha iniziato 17ª posizione, passando poi per la 19ª e la 34ª nel terzo turno dove ha pagato forse più del dovuto l’unico score sopra par (72, +1). E’ uscito al taglio Andrea Pavan, 155° con 162 (83 79, +20)

Dopo questo evento vi saranno altre due gare in Sudafrica, l’Alfred Dunhill Championship (26-29 novembre) e il South African Open (3-6 dicembre).

TERZO GIRO: I giocatori sudafricani continuano ad essere i protagonisti nel Joburg Open, torneo organizzato in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour, che si sta svolgendo sul percorso del Randpark GC (par 71), a Johannesburg in Sudafrica, dove guida la graduatoria Wilco Nienaber con 197 (63 67 67, -16) colpi e Lorenzo Scalise è 34° con 209 (67 70 72, -4).

Ben quattro giocatori di casa sono tra i primi sei classificati dopo la terza giornata che ha avuto quale prologo la conclusione del secondo giro, sospeso per l’oscurità. Il ventenne Nienaber, in cerca del primo successo, è tornato al vertice con un 67 (-4, sei birdie, due bogey) dove era già stato nel turno d’apertura e precede di misura il danese Joachim B. Hansen (198, -15).

I due sembrano potersi contendere la vittoria in un testa a testa, poiché sono lontani i quattro concorrenti al terzo posto con 202 (-11), l’inglese Richard Bland e i sudafricani Brandon Stone, Shaun Norris e Jacques Blaauw, quest’ultimo in vetta dopo 36 buche. In settima posizione con 203 (-10) il canadese Aaron Cockerill e si è portato in decima con 205 (-8) il sudafricano Darren Fichardt, a segno in questa gara nel 2017, affiancato, tra gli altri, dal connazionale Dean Burmester e dallo statunitense Julian Suri. Passi indietro dello spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, vincitore di due Open d’Italia, 18° con 206 (-7), mentre l’altro iberico Adrian Otaegui, ha lo stesso score di Scalise. Sono usciti al taglio l’indiano Shubhankar Sharma, 152° con 155 (+13), che difendeva il titolo, e Andrea Pavan, 155° con 162 (83 79, +20). Scalise ha girato in 72 (+1) colpi con due birdie e tre bogey.