Fabio Aru
Fabio Aru

Roma, 27 novembre 2020 – Il futuro di Fabio Aru potrebbe essere alla Bardiani. Lo ha confermato a Raisport il direttore tecnico della squadra ciclistica Bruno Reverberi: ora la decisione spetta al cavaliere dei quattro mori. Contatti preliminari tra la squadra e Aru, senza parlare di ingaggi perché prima dovrà essere Aru a rendere note le sue intenzioni nel ciclismo, se provare cioè a rilanciarsi dal basso dopo le annate deludenti alla Uae Emirates.

“Abbiamo parlato con lui e con il manager – ha affermato Reverberi – Noi ci siamo detti interessati a lui, ma prima di parlare di ingaggio Aru dovrà capire cosa vuole fare e se la nostra squadra sia quella adatta. Noi accetteremmo volentieri la scommessa e sarebbe un onore, perché crediamo che a 30 anni non sia finito. Più piano di così non può andare, serve un programma di allenamenti e soprattutto che lui creda di poter tornare competitivo. Per me può essere protagonista al prossimo Giro d’Italia”.

Leggi anche - Ciclismo, Van Aert torna al cross: "Punto a vincere"