Mercoledì 29 Maggio 2024

Tanti territori in vetrina: a Verona un centinaio di aziende

Oltre cinquanta saranno all’interno dello stand consortile. In degustazione 350 etichette.

Tanti territori in vetrina: a Verona un centinaio di aziende

Tanti territori in vetrina: a Verona un centinaio di aziende

Il Consorzio Tutela Vini d’ Abruzzo torna a Vinitaly con uno stand consortile di 1.500 metri quadri, nel cuore del padiglione 12, all’interno del quale vi sarà un’area dedicata allo Spumante Trabocco, protagonista di degustazioni tematiche. Saranno più di 50 le aziende presenti nell’area consortile e 100 quelle da tutto l’Abruzzo. L’immagine degli stand, rinnovata, richiamerà le quattro sottozone che caratterizzano le Doc abruzzesi: Colline Pescaresi, Colline Teramane, Terre de L’Aquila e Terre di Chieti. "Gli ultimi dati danno le eccellenze abruzzesi in crescita positiva: il Montepulciano d’Abruzzo Doc segna un +4%, mentre il Pecorino e il Cerasuolo registrano un aumento a doppia cifra, rispettivamente del 12 e 19%", considera il presidente del Consorzio Alessandro Nicodemi, parlando di "un segno di un cambiamento in atto. Negli ultimi anni grazie alle modifiche dei Disciplinari è sempre più chiaro il ‘Modello Abruzzo’". All’enoteca consortile sarà possibile assaggiare le novità dell’annata 2023 con 350 etichette, e per la prima volta i visitatori potranno fare degli ’speed tastings’ in un’area speciale.

In primo piano, inoltre, il debutto della menzione ’Superiore’, che vedrà due degustazioni tematiche dedicate in anteprima nazionale condotte da Filippo Bartolotta. La prima sarà domenica 14 alle 14 con il titolo Il Pecorino d’ Abruzzo Superiore Doc attraverso le sue sottozone e sarà la prima degustazione dei vini abruzzesi divisi nelle loro sottozone provinciali.