Domenica 14 Luglio 2024

Perché questo è un metodo che conviene a tutti

Motivi / Grosso investimento iniziale con frutti nel lungo periodo

È il metodo ideale per ridurre i costi dell'elettricità

È il metodo ideale per ridurre i costi dell'elettricità

L'utilizzo e l'adozione di pannelli solari condominiali è il metodo ideale per ridurre i costi dell'elettricità condominiale relativi all'uso di ascensori e illuminazione. Nonostante l'installazione di un sistema fotovoltaico richieda un investimento iniziale, infatti, questa spesa può essere recuperata in pochi anni (indicativamente tra i 3 e i 5), assicurando risparmi sulle bollette elettriche in futuro. Insomma, il fotovoltaico conviene e porta con sé tutta una serie di vantaggi. Il primo è l'utilizzo di una superficie ampia che consente l'installazione di un sistema di dimensioni considerevoli. In questo caso maggiore è la dimensione dell'impianto, minore è il costo per kW. Il secondo è uno sfruttamento massimo dell'energia generata dall'autoconsumo che si avvicina al 100%, grazie ai consumi energetici prodotti dal condominio. Senza dimenticare che le spese di installazione suddivise tra i condomini che approvano il progetto favoriscono una condivisione equa dei costi. Infine l'accesso alle agevolazioni statali che offrono incentivi finanziari e detrazioni fiscali per promuovere l'adozione di fonti di energia rinnovabile, oltre alla possibilità di creare comunità energetiche attraverso la promozione di uno spirito di collaborazione tra condomini e la condivisione dell'energia prodotta nel condominio. Va ricordato che al momento è previsto, per l'installazione del fotovoltaico condominiale, il 110% di agevolazione fiscale nei seguenti casi: aree comuni di un edificio condominiale, singoli edifici facenti parte del condominio, immobili monofamiliari, immobili indipendenti e che possiedono accesso autonomo dall'esterno. Sempre a condizione che l'installazione dell'impianto per le parti comuni segua le norme previste come interventi prioritari trainanti nel contesto condominiale. Infine va ricordato che la cessione obbligatoria del surplus di energia prodotta e non utilizzata dal condominio al GSE è una condizione legata all'accesso alle agevolazioni del 110%.