Lunedì 24 Giugno 2024

Il futuro verde in vetrina. La transizione ecologica fa tappa alla fiera di Rimini : "Un’edizione da record"

Parte oggi la manifestazione di Italian Exhibition Group, punto di riferimento del settore . Presenti oltre 1.500 brand espositori, più di 300 i buyer provenienti da tutto il mondo.

Il futuro verde in vetrina. La transizione ecologica fa tappa alla fiera di Rimini : "Un’edizione da record"

Il futuro verde in vetrina. La transizione ecologica fa tappa alla fiera di Rimini : "Un’edizione da record"

di Marco Principini

Sono tanti e tutti di grande attualità i temi al centro di Ecomondo, la manifestazione di Italian Exhibition Group dedicata alla transizione ecologica, da oggi a venerdì alla fiera di Rimini. Bioeconomia circolare, recupero e valorizzazione della materia prima seconda, il ciclo integrato delle acque e la blue economy, la valorizzazione dei rifiuti come risorsa, l’energia da biomasse: tanta carne al fuoco per l’appuntamento leader nel bacino del Mediterraneo per le tecnologie dell’economia circolare, che si apre questa mattina con gli Stati Generali della Green Economy, organizzati dal Consiglio nazionale composto da 68 organizzazioni di imprese della green economy in Italia in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica e la Fondazione Sviluppo Sostenibile. "Questa 26ª edizione di Ecomondo – dichiara il presidente di Ieg Maurizio Ermeti – è la più grande di tutte quelle che l’hanno preceduta. Teniamo presente che l’anno scorso ancora si teneva assieme a Key, l’evento sulle energie rinnovabili che da marzo è invece organizzato in maniera autonoma, e già occupa l’intero quartiere fieristico riminese. Innovazione e business sono i pilastri di questa manifestazione che sa rinnovarsi e anticipare sia il mercato, sia il dibattito pubblico, con un ritorno sempre importantissimo per i nostri stakeholder e il territorio di Rimini".

"Ecomondo è inoltre una manifestazione che vive di un respiro sempre più internazionale – aggiunge Corrado Peraboni, amministratore delegato di Ieg – che genera poi un ritorno importante di visitazione estera sulla stessa edizione di Rimini. Lo ha fatto a marzo con il Chengdu International Environmental Protection Expo in Cina, e con la seconda edizione di Ecomondo Messico in aprile. In Italia abbiamo allargato la nostra community con una partnership più forte con il Green Med Symposium di Napoli. Dunque il brand Ecomondo porta l’innovazione tecnologica made in Italy nel mondo e il mondo in Italia".

A Rimini sono presenti oltre 1.500 brand espositori (+10% rispetto al 2022) disposti sugli oltre 150 mila i metri quadrati lordi di esposizione. Più di 300 i buyer confermati, con profili altamente qualificati, che parteciperanno ad incontri d’affari con gli espositori di Ecomondo, grazie all’importante supporto del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (Maeci) e di Ice Agenzia, che collaborano al network dei regional advisor di Ieg. I buyer provengono da Europa, Nord Africa, Africa Subsahariana, America Latina, Est Europa, Canada, Stati Uniti e India. A Rimini, inoltre, saranno presenti circa 280 delegati in rappresentanza di associazioni industriali, enti governativi, cluster, camere di commercio, rappresentanti istituzionali provenienti da Nord Africa, Africa Subsahariana, America Latina, Europa ed Est Europa. Mentre saranno circa 230 gli eventi nelle quattro giornate di manifestazione, 75 dei quali dal taglio scientifico, economico, tecnico e di scenario con la regia del Comitato tecnico scientifico, presieduto dal professor Fabio Fava, in collaborazione con i principali partner istituzionali e tecnici della manifestazione, assieme al board internazionale che conta esperti di Commissione europea, Ocse, Fao, Ufm, Eea, Iswa.

Sei le macroaree tematiche di Ecomondo: Waste as Resource, Sites & Soil Restoration, Circular & Regenerative Bio-economy, Bio-Energy & Agroecology, Water Cycle & Blue Economy, Environmental Monitoring & Control. Quattro i nuovi distretti espositivi, dedicati al tessile, alla carta, all’innovazione, con l’area per le start up, lo sportello green jobs & skills, e il grande spazio che sarà dedicato alla blue economy. Riconfermata e potenziata l’area Start-Up e Scale-Up Innovation nel nuovo ingresso Est.