Domenica 26 Maggio 2024

Dieci consigli utili per mettere in sicurezza la propria casa

Accorgimenti / Sistemi e tecnologie per tenere lontani dalla propria abitazione i malintenzionati

La domotica può essere un'ottima compagna per la sicurezza domestica

La domotica può essere un'ottima compagna per la sicurezza domestica

La sicurezza della casa è uno dei temi che suscitano maggiore preoccupazione negli italiani. Oltre al danno provocato dal furto, spesso ciò che colpisce di più è la sensazione di sentirsi vulnerabili e di veder violata la propria privacy proprio nel luogo in cui dovremmo sentirci più protetti. Fortunatamente esistono ormai molti modi per proteggersi dai furti e mettere in sicurezza la propria abitazione e spesso bastano alcuni piccoli accorgimenti per sentirsi più al sicuro. Ecco quello che può essere una sorta di “decalogo” da adottare per rendere la propria casa più sicura. Il primo consiglio è quello di “conoscere bene il contesto in cui si abita”, un’attenta analisi infatti fornisce preziose informazioni sui livelli di rischio della zona e suggerisce il sistema di sicurezza più adeguato. Secondo, “analizzare i punti deboli della propria abitazione” e intervenire in modo da migliorare questi aspetti. Terzo, “usare l’illuminazione come deterrente”. Ad esempio, è molto utile installare dei sensori di movimento nel giardino, in cortile o in prossimità degli accessi. Quarto, “proteggere la casa con un sistema di allarme antifurto”. L’allarme costituisce una sicurezza concreta e un deterrente per il ladro. Quinto, “dotarsi di una porta d’ingresso resistente all’effrazione”. Non esistono porte impenetrabili, tuttavia esistono portoncini di ingresso antieffrazione che possono rendere molto complesso il lavoro del ladro. Sesto, “installare finestre e portefinestre antieffrazione”. E’ importantissimo investire in infissi di alta qualità, realizzati con materiali resistenti e rafforzati con elementi che li rendano molto difficili da scassinare. Settimo, “irrobustire le finestre con grate o sistemi oscuranti”. Con questi elementi, finestre e portefinestre possono anche rimanere aperte senza il pensiero che qualcuno possa accedervi. Ottavo, “eseguire piccole azioni per tutelare la sicurezza”. Si tratta di accorgimenti troppo spesso trascurati come suggerire una presenza in casa anche quando è vuota, magari con punti luce interni o esterni. Nono, “conservare al sicuro gli oggetti più preziosi”, specialmente quando ci si allontana da casa per diversi giorni, tramite cassette di sicurezza a muro, a pavimento o a mobile. Decimo e ultimo consiglio, “installare un sistema di domotica”, una tecnologia che consente di controllare diversi aspetti della propria casa da remoto, tramite l’uso del proprio smartphone, assolvendo da remoto alla maggior parte delle azioni consigliate in precedenza.