Nonostante i progressi, saranno necessari 95 anni per colmare il divario di genere nella rappresentanza politica nei 153 Paesi monitorati dal Rapporto del World economic forum. Parità, però, già centrata in quaranta Paesi. Nel 2019 le donne sedute nei Parlamenti sono state il 25,2% mentre è il 21,2% la quota

di quante hanno ricoperto posizioni ministeriali. Alla crescita di donne nei luoghi di potere – rileva il rapporto del Wef – ha corrisposto la maggior presenza di donne nei ruoli alti del mercato del lavoro