Stefano e Corinna Chiassai. Pazzi d’amore per il velluto

È un tessuto che va sempre di moda, popolare ma nobilissimo, dolce come una carezza e forte come una testimonianza...

Stefano e Corinna Chiassai. Pazzi d’amore per il velluto
Stefano e Corinna Chiassai. Pazzi d’amore per il velluto

È un tessuto che va sempre di moda, popolare ma nobilissimo, dolce come una carezza e forte come una testimonianza del potere. Vive un po’ appartato perché molti lo considerano delicato, ma non è vero. Perché il velluto è possente, evocativo di atmosfere preziose, liscio o a coste a seconda che si cerchi praticità o eleganza. Il velluto è ora protagonista di Pitti Uomo 105 con la mostra-libro-installazione d’arte ispirati alla collezione ’Velvet mi amor’. Un’idea di Stefano Chiassai con la figlia Corinna, stilista come lui.

"Un tessuto che va sempre di moda e non va mai di moda, una stoffa antica e ricca di storia, che viene dal passato e che si è trasformato e ha cambiato le sue interpretazioni di uso" racconta Stefano Chiassai, stilista e autore che ha creato il suo marchio partendo dall’impresa di famiglia nel 1980 per poi fondare, con la moglie Alessandra, SCS Studio Chiassai.

Nel tempo Stefano Chiassai, che è rimasto legato a San Giovanni Valdarno dove è nato, vive e lavora, ha collezionato 20mila capi vintage conservati oggi nell’archivio e hub ’TheCube Archive’, ovvero la colonna portante dei suoi libri e delle sue esposizioni. Corinna, nata nel 1985 dopo aver studiato moda a Milano e lavorato tra Como e Milano intorno agli anni 2008-2010, si è costruita una carriera internazionale in Olanda. Dal 2016 fa parte dello Studio Chiassai come design director ed è co-fondatrice anche lei dal 2020 del TheCube Archive.

Ed ecco l’installazione alla Fortezza da Basso coi manichini che volano sotto forma di alieni e attraversano l’atmosfera terrestre avvolti in un misterioso materiale. Vestiti con abiti di velluto liscio e a coste, gli esploratori planano sulla Fortezza suscitando sorpresa e meraviglia tra gli umani. Questo il sogno vellutato dei Chiassai. I ’Velvet Boys’, per uno stile extraterrestre inedito, un sogno che si trasforma in installazione nello Spazio Carra durtante tutti i giorni di Pitti Uomo. "Nella nostra collezione e nel nuovo libro – dicono Stefano e Corinna Chiassai – col supporto di Pontoglio 1883, azienda italiana per eccellenza su questo materiale che nel 2023 ha compiuto 140 anni, abbiamo sperimentato sul velluto con un occhi rivolto a presentarlo in una visione futuristica. Abbiamo giocato con le forme e i colori esaltandone la vestibilità attraverso le lavorazioni, sperimentano tecniche di stampa con Ostinelli Seta". Il libro, edito da Dario Cimorelli, diviso in sei capitoli, si avvale del contributo storico dello scrittore Stefano Ferri mentre la prefazione è di Giuseppe (Beppe) Angiolini, fondatore e titolare di Sugar.

Eva Desiderio