Lunedì 20 Maggio 2024

Un successo di famiglia dal 1949. L’azienda oggi esporta in 40 Paesi

Ogni anno vengono micropropagate 12 milioni di piante

Un successo di famiglia dal 1949. L’azienda oggi esporta in 40 Paesi

Un successo di famiglia dal 1949. L’azienda oggi esporta in 40 Paesi

L’azienda ’Battistini vivai’ è stata fondata a Cesena nel 1949 dai fratelli Sebastiano e Domenico Battistini. I due iniziano l’attività vendendo viti e altre piante da frutto al mercato della città, su un piccolo carretto trainato da un cavallo. Un inizio che contraddistingue fin da subito la qualità Battistini e segna la strada per le generazioni a venire. Nel 1978 inizia la produzione in vitro con un primo piccolo laboratorio di propagazione di portainnesti fruttiferi.

Grazie all’intuito e alla visione sulle grandi potenzialità che la micropropagazione può offrire, ‘Battistini vivai ‘è stato uno dei primi laboratori italiani.

Nel 1996 prendono le redini dell’azienda i fratelli Anna e Franco Battistini, affiancati dai soci Catia Piraccini e Paolo Laghi. Battistini vivai diventa una realtà internazionale di alto livello, leader nel settore agricolo. Nel 1992 apre, sempre a Cesena, Garden Battistini, il settore aziendale che si occupa di progettazione e realizzazione di parchi e giardini, allestimenti floreali per eventi e matrimoni, piante ornamentali e fiorite da interno ed esterno.

Dal 2012 ricopre il ruolo di direttore generale Giuliano Dradi, precedentemente ricercatore e direttore del primo laboratorio di micropropagazione. È sotto la sua guida che l’azienda ha registrato anni di forte sviluppo, raggiungendo oltre il 60% di fatturato all’estero e i 12 milioni di piante prodotte all’anno. Oggi la terza generazione sta imparando sul campo come portare avanti questa tradizione agricola, un grande tesoro che appartiene a una famiglia e ancor più a un territorio con un occhio attento verso il futuro.

Le specie più prodotte dall’azienda sono principalmente le piante da frutto (ciliegi, peschi, albicocchi) e i portainnesti, ma anche piccoli frutti quali mirtilli, more, lamponi.

‘Battistini vivai’ esporta le proprie piante in tutto il mondo, dal Portogallo alla Georgia, con particolare attenzione negli ultimi anni verso i Paesi del bacino asiatico: Uzbekistan, Tagikistan, a cui si aggiungono Azerbaijan e India.

L’azienda cesenate conta 170 collaboratori, 12 milioni di piante micropropagate ogni anno, oltre 40 Paesi raggiunti coi propri prodotti, 115 ettari di vivaio tra le province di Forlì-Cesena e Ravenna, 10.000 metri quadrati di serre coperte e 30.000 metri quadrati di ombrai (coltivazioni sotto rete ombreggiante).