Mercoledì 17 Luglio 2024

Il tessile è anche chimica. Tintoria e nobilitazione i segreti di un settore in continua evoluzione

Batte un cuore pratese nell’associazione Aictc Centro Italia, la più numerosa a livello nazionale. Per la prima volta una mostra sull’arte chimico-tintoria.

Il tessile è anche chimica. Tintoria e nobilitazione i segreti di un settore in continua evoluzione

Il tessile è anche chimica. Tintoria e nobilitazione i segreti di un settore in continua evoluzione

Aictc acronimo di Associazione Italiana di chimica tessile e coloristica, è stata fondata a Milano nel 1925 con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e la conoscenza scientifica nel settore della chimica tessile e coloristica. La Aictc è un’associazione scientifica e culturale senza fini di lucro, dedicata a creare e mantenere relazioni permanenti tra gli associati italiani e le associazioni estere similari.

La missione di Aictc è la divulgazione tecnico-scientifica nei settori tessile, chimico, chimico-tessile, meccano-tessile e affini. Lo scopo è migliorare e creare competenze tecniche agli associati. "Svolgiamo attività di divulgazione attraverso la pubblicazione di un bollettino quadrimestrale e una monografia annuale di libera consultazione. Supportiamo la pubblicazione di testi tecnici e divulgativi pertinenti alle attività dell’associazione e offriamo corsi di formazione personalizzati per il personale. Collaboriamo inoltre con aziende per sviluppare standard di laboratorio in ambito tessile o chimico", spiega l’associazione.

La sezione Centro Italia di Aictc, fu fondata il 2 giugno 1962 grazie all’impegno di Guglielmo Panconesi, che ne fu il primo presidente, la sezione è stata inizialmente creata come sezione di Prato. Negli anni, la sezione Centro Italia ha visto una crescita progressiva diventando intorno al 2000 la sezione con più iscritti a livello nazionale, rappresentando circa il 30% del totale nazionale. Nonostante la crisi del settore nell’ultimo decennio abbia portato a una riduzione del numero di associati, la sezione Centro Italia continua a essere la più numerosa, rappresentando oltre il 50% del totale nazionale. Un successo ottenuto anche grazie ai presidenti che si sono succeduti, tra cui Franco Falco Di Medio, Stefano Panconesi, Piero Scuncia, Massimo Bigagli, Antonio Mauro. La sezione Centro Italia ha supportato la crescita professionale dei tecnici del settore mediante convegni e corsi che hanno spesso ricevuto interesse e apprezzamento a livello nazionale, colmando un vuoto lasciato dalle grandi case di coloranti che hanno smesso di organizzare conferenze e seminari. La vera forza della sezione di Prato risiede nella capacità di riunire i propri soci non solo per appuntamenti tecnici, ma anche per eventi ludici. Le tradizionali cene di luglio e dicembre, insieme alla storica gita sulla neve, giunta quest’anno alla 49° edizione, sono occasioni conviviali che favoriscono l’incontro e il confronto tra soci, colleghi e amici.

La mostra fotografica "L’arte della tintura e della nobilitazione: la Prato di ieri, di oggi e di domani" organizzata a Palazzo Buonamici è stata un evento straordinario che ha attirato l’attenzione di appassionati e professionisti del settore tessile, così come del pubblico generale. Gli spettatori hanno avuto l’opportunità di immergersi nel mondo tessile pratese attraverso gli scatti di Simone Martino e Christian Vinattieri. La mostra ha offerto uno sguardo ravvicinato sulle tintorie e le rifinizioni, mettendo in luce i volti che hanno segnato la storia di Prato e coloro che ancora oggi lavorano instancabilmente. "È stata la prima volta che la chimica tintoria entra al centro di un’iniziativa pubblica. Le tintorie sono state troppo spesso in secondo piano rispetto ai lanifici, ma oggi diamo loro il giusto risalto", commenta Gianni Vannucchi, presidente Aictc.

La mostra è stata un evento immersivo e coinvolgente, con laboratori di studio del colore e di riconoscimento delle fibre tessili: le attività interattive hanno permesso ai partecipanti di apprendere in modo coinvolgente e divertente, portando a casa conoscenze uniche e preziose.

Patrocinata dalla Provincia di Prato e da Confindustria Toscana Nord, la mostra è stata aperta a tutti e ha visto la partecipazione di chimici esperti come Lorenzo Ciano, Paolo Maselli, Marco Pugi, Marco Zinna, Adriano Gori e molti altri. Questi esperti hanno svolto il ruolo di tutor, guidando il pubblico attraverso il percorso espositivo e fornendo spiegazioni dettagliate sui processi di tintura e nobilitazione.

La mostra ha rappresentato un viaggio emozionante attraverso la storia tessile di Prato. Gli scatti di Martino e Vinattieri hanno catturato momenti significativi e dettagli del processo di lavorazione tessile, dalle vasche di tintoria al vapore delle ramose, raccontando storie di dedizione, maestria e innovazione.

Le fotografie hanno mostrato non solo le tecniche e i processi, ma anche le persone dietro le quinte, i lavoratori e gli artigiani che, con passione e competenza, mantengono viva la tradizione tessile pratese. I volti ritratti nelle immagini hanno raccontato storie di generazioni di lavoratori che hanno contribuito allo sviluppo e alla crescita di uno dei settori più importanti per l’economia e la cultura di Prato. La chimica tintoria è fondamentale per ottenere colori vibranti e duraturi sui tessuti, unendo competenze scientifiche a un’intuizione artistica. Per continuare a prosperare e portare avanti le numerose iniziative, l’associazione ha bisogno di nuovi iscritti. Possono iscriversi tutti i chimici d’Italia che abbiano compiuto 18 anni. Scrivere una mail a [email protected].

Si.Bi.