Domenica 21 Luglio 2024

Il lanificio Fratelli Balli: "Ricerca, sviluppo e nuove assunzioni. Con la forza under 30"

I manager della storica azienda pratese hanno in programma un piano di investimenti per rendere l’immobile più efficiente. E la fabbrica si apre alla città: "Fuori dai tempi chiudersi nelle mura".

Il lanificio Fratelli Balli: "Ricerca, sviluppo e nuove assunzioni. Con la forza under 30"

Il lanificio Fratelli Balli: "Ricerca, sviluppo e nuove assunzioni. Con la forza under 30"

Tradizione, ricerca e innovazione. In queste tre parole è racchiusa l’anima del Lanificio Fratelli Balli, azienda inserita all’interno del Fabbricone Storico di via Bologna a Prato, uno degli insediamenti produttivi più longevi del distretto tessile. Un’impresa che sotto l’impulso del nuovo management sta scommettendo sul futuro, con una politica di assunzioni under 30, con un piano di investimenti per efficientare l’immobile di oltre 25mila metri quadri e con un’attività di ricerca e sviluppo per provare ad anticipare i tempi e le mode. Un’azienda che al proprio interno ha un ciclo produttivo completo, quasi un unicum nel distretto laniero, che consente la realizzazione di tessuti che vengono esportati in ogni angolo del mondo. Si parla principalmente di capispalla, come cappotti e giacche, ma in assoluto viene coperto tutto il segmento dell’abbigliamento, tailoring compresi.

"Cerchiamo contagiatori di entusiasmo – raccontano Leonardo e Rossano Raffaelli e Manuel Hoechel, nuovo management del Lanificio Fratelli Balli –. In un periodo di grandi cambiamenti per il distretto noi abbiamo deciso di investire nel futuro, perché è dai periodi di difficoltà che vengono fuori le idee per scrivere un’altra storia e rinnovare ancora una volta il distretto. In tal senso vanno le assunzioni under 30, per lo più femminili, per portare in azienda idee innovative, nuove competenze ed entusiasmo. E sempre in questa direzione va il gioco di squadra con tutto il distretto: chiudersi nelle mura della propria impresa è un concetto ormai fuori dai tempi. In un momento particolare sul fronte economico-produttivo è sicuramente importante fare squadra, unendo le competenze per raggiungere un risultato comune". A proposito di rapporto sempre più stretto con la città, proseguono le iniziative di "apertura" del Lanificio Fratelli Balli/Fabbricone Storico. Dopo il successo nazionale dell’evento di settembre 2023 "4Sustainability", è stata poi la volta delle Giornate Fai, di Ruote nella Storia e pochi giorni fa del passaggio della Mille Miglia. Eventi che hanno portato al Fabbricone Storico/Lanificio Fratelli Balli migliaia di persone, tutte affascinate dal racconto dell’anima della fabbrica. E qualcuna anche commossa dal rivedere il vecchio luogo di lavoro o di ritrovare nelle foto storiche i loro familiari.

"Stiamo portando avanti una politica aziendale di ‘apertura’ non solo alla città ma anche su scala nazionale, che possa portare le persone a riscoprire il Fabbricone Storico/Lanificio Fratelli Balli e a vedere con i loro occhi come si coniugano nello stesso luogo tradizione secolare e innovazione – concludono i due fratelli Raffaelli e Hoechel –. Abbiamo allestito anche una nuova stanza eventi, che di volta in volta ospiterà i vari stand di Milano Unica, ricordando continuamente quelli che sono i tratti distintivi dell’azienda con i mood scelti per le varie edizioni della fiera".