Domenica 14 Luglio 2024

"Ci aspetta l’aggregazione delle imprese"

Pratofutura, nata nel 1983, continua a progettare soluzioni per il futuro di Prato. Con 100 soci, analizza l'evoluzione del distretto e promuove progetti come 'Perimetro reale'. Presidente Marco Ranaldo, sottolinea l'importanza delle aggregazioni e dei network per il futuro delle imprese.

"Ci aspetta  l’aggregazione delle imprese"

"Ci aspetta l’aggregazione delle imprese"

Nata nel 1983 per iniziativa di un ristretto nucleo di imprenditori, Pratofutura ha continuato a svolgere la sua mission originaria: progettare soluzioni operative alle questioni che interessano la vita sociale ed economica del distretto. Essere punto di incontro e confronto tra le persone che hanno a cuore il futuro di Prato. Fornire una visione rivolta all’area pratese anticipando l’evoluzione della città e della manifattura attraverso l’analisi delle tendenze e delle trasformazioni economiche e sociali. Ha sempre mantenuto negli anni la sua caratteristica di tavolo libero, trasversale, apolitico, apartitico, aperto a tutte le realtà del territorio. Oggi fanno parte di Pratofutura circa 100 soci tra imprenditori, professionisti e dirigenti. L’attuale Consiglio, in carica dal 2022 e presieduto da Marco Ranaldo, si è focalizzato nell’analisi della evoluzione del modello organizzativo del distretto attraverso una serie di incontri con esperti di economia, imprenditori di altre aree e professori universitari. Tra i progetti in corso, da segnalare ’Perimetro reale’, un’indagine qualitativa sullo stato dell’arte del distretto. Il progetto è promosso da Pratofutura con Pin, Comune di Prato e Confindustria Toscana Nord. I primi risultati emersi dalle interviste ad imprenditori, mostrano i temi caldi del distretto dalle aggregazioni al cambio generazionale. Ciò mostra che "non ci sono più aziende con un uomo solo al comando – commenta Ranaldo – Qualunque sia stato il passato e qualunque sia il presente tutti aspirano a un futuro fatto di network e aggregazione".