Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 giu 2022

La startup ’corregge’ l’inquinamento con le piante

5 giu 2022

Monitorare la qualità dell’aria, ‘correggere’ i problemi di inquinamento e sottolineare come le piante possono migliorare la situazione. La startup Tea Group, nata a Signa (Firenze) a fine 2016, ha deciso di creare un’intera ala dell’azienda proprio all’ambiente: partiti dalla Toscana – con lavori a Prato, Arezzo, Livorno, Firenze, Pisa – poi il business si è espanso fino ad arrivare a collaborazioni con Autostrade per monitorare il tratto di strada del Brennero. La startup è candidata per l’edizione 2022 di “Primavera d’Impresa”, il premio alla creatività e all’innovazione imprenditoriale promosso dalla cooperativa Crisis in cui l’evento conclusivo si terrà, di nuovo in presenza, il 14 e 15 giugno al Palazzo Congressi di piazza Adua, a Firenze: ad oggi la rete di ’Primavera d’Impresa’ conta 580 aziende rappresentative di tutte le province toscane.

Uno dei cinque soci di Firenze è Alessandro Zaldei (foto, lui è anche ricercatore del Cnr): "Abbiamo grande attenzione per l’ambiente e siamo in grado di monitorare dove la situazione necessita di correttivi – ha dichiarato –. Ad esempio nella Piana di Lucca abbiamo creato un monitoraggio che ci permette di vedere l’impatto delle polveri sulla zona e la mitigazione con le piante. E abbiamo poi distribuito in tutto il mondo, grazie a un accordo commerciale con una società italo-francese, 7mila device che misurano i principali parametri dell’aria".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?