Venerdì 17 Maggio 2024

Stazione Termini: anziano di 91 anni invita a pranzo una senzatetto, lei lo rapina e scappa con 900 euro

Quando il 91enne si è accorto che la donna di 34 anni voleva approfittare della sua gentilezza, lei lo ha minacciato con un coltello e derubato. Rintracciata dalla polizia è stata portata a Rebibbia

Polizia alla stazione Termini di Roma (foto d'archivio)

Polizia alla stazione Termini di Roma (foto d'archivio)

Roma, 8 maggio 2024 – Una senzatetto che chiede l’elemosina per comprare cibo nei pressi della stazione Termini, un anziano la vuole aiutare e la invita a pranzo a casa sua che non è distante, nel quartiere Esquilino a Roma. Ma una volta arrivati nell’abitazione lei cambia atteggiamento, non vuole più mangiare ma cerca i soldi, rovista dappertutto nei mobili e quando l’anziano le chiede di andarsene, lo minaccia con un coltello e poi fugge una volta trovati 900 euro in contanti in un cassetto. É accaduto ieri in un appartamento dell’Esquilino dove gli agenti della sezione Volanti sono intervenuti per per la segnalazione di una lite tra un uomo ed una donna.

La rapina 

Gli agenti sono arrivati quando la senzatetto, una donna italiana di 34 anni, era già scappata e hanno raccolto la testimonianza del 91enne italiano che ha riferito di essere stato vittima di una rapina. L'anziano ha raccontato di averla conosciuta durante la mattinata, nei pressi della stazione Termini, quando la 34enne gli ha chiesto di poter avere delle monete per comprare del cibo. In quell'occasione l'uomo, spinto dalla compassione, l'ha invitata a pranzare con lui nella propria abitazione. Ma in casa, quando si è accorto che la donna voleva solo approfittare della sua gentilezza per derubarlo, è iniziata una lite: la 34enne ha afferrato un coltello, ha preso 900 euro da un cassetto ed è fuggita. Gli agenti della sezione Volanti, insieme al personale del commissariato Esquilino, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e alle immagini di videosorveglianza presenti, poche ore dopo hanno rintracciato la donna in via Amendola, nei pressi di un portone, sprovvista di documenti, e l’hanno fermata con l’accusa di rapina aggravata. É stata portata in carcere a Rebibbia e la procura di Roma ha chiesto e ottenuto dal gip la convalida della custodia cautelare in carcere.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui