Sabato 15 Giugno 2024

Simone Borgese, gli investigatori: “Probabile stupratore seriale, non sono esclusi altri episodi”

Le autorità invitano le potenziali altre vittime del 39enne a denunciare. I dubbi su un modus operandi emergono dalle date e dai luoghi delle violenze

Simone Borgese

Simone Borgese

Roma, 7 giugno 2024 – Continuano le indagini su Simone Borgese, il 39enne arrestato ieri a Roma dopo aver violentato una studentessa e precedentemente condannato per altri due episodi. E spunta un’ipotesi: non si esclude che abbia commesso altri reati del genere, sebbene non ci siano al momento altre denunce. 

Ad allertare gli inquirenti sono state le date e i luoghi in cui Borgese ha commesso le violenze: in due casi su tre si trattava dell’8 maggio, nello stesso quadrante della città. Ciò farebbe ipotizzare che l’uomo potrebbe essere uno stupratore seriale, guidato da un modus operandi. Da qui l’esortazione delle autorità: se c’è qualcuno che ha subito violenze o molestie da parte del 39enne, denunci

Approfondisci:

Studentessa violentata a Roma, preso stupratore seriale: lo stesso giorno nel 2015 abusò di una tassista

Studentessa violentata a Roma, preso stupratore seriale: lo stesso giorno nel 2015 abusò di una tassista

Il primo caso risalirebbe al 2014, quando Borgese ha molestato una 17enne in ascensore: la condanna a 2 anni e 10 mesi, è arrivata però solo nel 2022, pochi mesi dopo la fine della pena di 7 anni per aver violentato una tassista 43enne l’8 maggio 2015. Lo stupro ha avuto luogo dopo essersi fatto portare nella zona in cui viveva coi propri nonni: “Ho avuto un raptus, non avevo i soldi per pagare la corsa e non ho capito più niente”, aveva dichiarato allora. Oltre alla reclusione, a Borgese fu imposto un risarcimento di 30mila euro per la donna e di 10mila per Roma Capitale, costituitasi parte civile. 

L’ultima violenza risale all’8 maggio scorso, quando con un pretesto ha fatto salire una studentessa nella sua auto: “Mi servono le indicazioni per il Raccordo, mi aiuti?”. Poi, in una zona isolata, lo stupro. La giovane ha riconosciuto Borgese da una serie di fotografie di potenziali sospettati fornita dagli agenti.

Approfondisci:

Simone Borgese, gip dispone i domiciliari. La studentessa violentata: “Un incubo, ero in trappola”

Simone Borgese, gip dispone i domiciliari. La studentessa violentata: “Un incubo, ero in trappola”

Il 39enne, che lavora come cameriere in un ristorante, è separato e ha una figlia. Nel 2012 ha partecipato al programma ‘Avanti un altro’.