Carabinieri
Carabinieri

Roma, 30 giugno 2021 – Litiga con la fidanzata e poi aggredisce i carabinieri intervenuti per sedare la lite. È successo a Santa Marinella, nell’hinterland di Roma, dove ieri pomeriggio è finito in manette un 30enne senza fissa dimora e con precedenti.

Tenta di aggredire i carabinieri

Dopo l’arresto, il 30enne è stato trattenuto in caserma, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del processo con rito direttissimo durante il quale dovrà rispondere delle accuse di lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Stando a quanto ricostruito dall’Arma, i carabinieri sono stati chiamati per un intervento lungo la strada statale Aurelia dopo la segnalazione di un violento litigio tra un uomo e una donna. Una volta giunti sul posto, però, anche gli agenti hanno dovuto avere a che fare con la furia dell’uomo.

Lesioni per la compagna e i militari

Il 30enne, alla vista dei militari, anziché calmarsi ha pensato bene di scagliarsi contro di loro, tentando di colpirli con una serie di calci e pugni. A quel punto sono scattate le manette per lui, mentre la compagna è stata accompagnata in ospedale.

Al pronto soccorso del nosocomio di Civitavecchia, alla donna sono state diagnosticate delle lesioni ritenute guaribili in dieci giorni. Delle lievi lesioni sono state refertate anche ai militari intervenuti per sedare la lite e la furia del 30enne.