Roma, trovato con ecstasy su un monopattino, aggredisce gli agenti: arrestato
Roma, trovato con ecstasy su un monopattino, aggredisce gli agenti: arrestato

Roma, 11 maggio 2021 – Aveva con sé una busta con 303 pasticche di ecstasy e, una volta bloccato dalla Polizia, ha tentato di aggredire gli agenti, che lo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Protagonista della vicenda un 25enne, che aveva attirato l’attenzione dei poliziotti dopo aver effettuato manovre improvvise a bordo del suo monopattino.

Il giovane, che stava percorrendo via Tiburtina all’incrocio con via di Ponte Mammolo, ha consegnato spontaneamente agli agenti la busta e il suo contenuto: all’interno c’erano pasticche di forme e colori diversi, alcune delle quali riportavano impropriamente loghi di case automobilistiche.

L’aggressione agli agenti 

Invitato a entrare nella volante per procedere ai primi accertamenti sulle pasticche, l’uomo, avendo realizzato di essere in pericolo, ha cercato di scappare colpendo con calci e pugni gli agenti. A uno dei poliziotti ha anche morso la mano.

Si è reso necessario persino l'aiuto di un cittadino di passaggio per assicurare il giovane sulla macchina di servizio. Portato negli uffici del IV Distretto San Basilio, l’uomo, con precedenti di polizia anche specifici, è stato identificato e arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento ai beni della Stato.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il giovane è stato accompagnato presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo. I due agenti della Polizia di Stato aggrediti sono stati medicati in ospedale; per loro la prognosi è di sette giorni.