Tram in piazza Venezia a Roma
Tram in piazza Venezia a Roma

Roma, 7 giugno 2021 - La campagna elettorale per il Campidoglio si gioca sulle tranvie. Da giorni, i candidati sindaci per la Capitale, da Raggi a Gualtieri, annunciano progetti di nuove linee del tram, promettendo di migliorare il trasporto pubblico di Roma.

Oggi Roberto Gualtieri, nome di punta del Partito Democratico alle elezioni comunali di settembre 2021, durante un incontro con i cittadini alla Fornace Veschi, ha proposto di accelerare i tempi per realizzare due progetti: il Corridoio Colombo tra Acilia e Ostia, predisposto per i bus elettrici, e una tranvia che colleghi il Corviale con Piazza Venezia

Bus elettrici sulla Cristoforo Colombo e tram dal Corviale fino a Porta Venezia

La prima proposta, per quanto riguarda via Cristoforo Colombo, prevede di usare le complanari come corsie dedicate agli autobus elettrici e avere così la possibilità di creare delle piste ciclabili in sicurezza. Gualtieri ha chiesto di passare dallo studio di pre-fattibilità a quello di fattibilità tecnico-economica per velocizzare i tempi del progetto.

"La seconda proposta riguarda la tranvia che collega una diramazione del tram 8 a Corviale”, ha spiegato il candidato sindaco del centrosinistra. Quindi, “un itinerario che consenta la realizzazione di una tranvia veloce che permetterebbe di collegare al centro storico - ha aggiunto Gualtieri - una zona periferica di Roma totalmente priva di mezzi di connessione su ferro”. Anche in questo caso è necessario il progetto di fattibilità tecnico-economica con l’idea, ha promesso Gualtieri, di chiedere le risorse con la prossima legge di bilancio in autunno. 

Le cinque tranvie nel Recovery

Questa mattina, a parlare di tram su Facebook, era stato invece il vicesindaco di Roma e assessore alla Mobilità, Pietro Calabrese, soddisfatto per aver ottenuto l’inserimento dei progetti per cinque linee tram nel Recovery Plan: “Questa è la migliore risposta a chi per mesi ha provato in tutti i modi possibili a ingannare le romane e i romani dichiarando che la Capitale era stata esclusa dal Pnrr perché non avevamo fatto i progetti”, ha scritto Calabrese. 

“Progetti invece già presentati e anche finanziati nel febbraio 2020, come le tre tranvie Togliatti, Termini-Tor Vergata e Tiburtina, a cui si aggiungono quelli presentati a gennaio scorso per il Termini-Vaticano-Aurelia e il tram dei Fori, tutti e cinque inseriti nel Pnrr”, ha concluso l’assessore. Adesso manca soltanto di avviare i lavori e finirli nei tempi stabiliti, in vista del Giubileo 2025.