Domenica 19 Maggio 2024

Tensione al corteo contro gli Stati generali della natalità: contatto tra manifestanti e polizia

La contromanifestazione ha tentato di superare il cordone di sicurezza per raggiungere l’Auditorium della Conciliazione dopo stamattina ha parlato anche papa Francesco

Roma, 10 maggio 2024 – Momenti di tensione tra manifestanti e polizia a Roma nel corso della contromanifestazione agli Stati generali della natalità organizzati all’Auditorium della Conciliazione a cui stamattina ha partecipato anche papa Francesco. Ieri c’era stata la contestazione alla ministra alla Famiglia, Eugenia Roccella. C’è stato contatto quando i manifestanti hanno tentato di sorpassare il cordone di sicurezza degli agenti di polizia, per raggiungere via della Conciliazione.

Momenti di tensione al corteo a Roma contro gli Stati generali della natalità
Momenti di tensione al corteo a Roma contro gli Stati generali della natalità

Il corteo

Poco dopo mezzogiorno il corteo a cui prendendo parte i giovani che aderiscono alle realtà Aracne, Zaum, Coordinamento Collettivi Sapienza, studenti delle scuole superiori e realtà trasfemministe, secondo quanto si apprende, ha cercato di dirigersi verso via della Conciliazione mentre all'evento era presente anche il pontefice. Cordoni delle forze dell'ordine hanno impedito che deviassero il percorso del corteo, diretto a piazza Cavour.

“Siamo stati caricati”

“È stato caricato il corteo transfemminista che ha provato a portare la propria rabbia all'auditorium”, accusano gli organizzatori sui social. Il corteo si è fermo su via Leone IV, nel quartiere Prati, ed è ritornata la calma ma da parte di alcuni manifestanti è stata espressa la volontà di cercare di raggiungere l'Auditorium della Conciliazione. Una ragazza parla al megafono, gli altri sono dietro allo striscione.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui