Martedì 23 Aprile 2024

Il governatore toscano: "L’ex direttore di Avvenire non è la persona giusta per il nostro territorio"

Il presidente della Toscana, Eugenio Giani, sostiene l'apertura delle liste elettorali del Pd alla società civile per le Europee, escludendo la possibile candidatura di Marco Tarquinio e sottolineando il valore di altri potenziali candidati. Esprime preoccupazione per la possibile esclusione dalla rielezione della vicepresidente del Parlamento Ue Pina Picierno.

Il governatore toscano: "L’ex direttore di Avvenire non è la persona giusta per il nostro territorio"

Il governatore toscano: "L’ex direttore di Avvenire non è la persona giusta per il nostro territorio"

È corretto aprire le liste elettorali del Pd alla società civile, dice a Qn Eugenio Giani (nella foto), presidente della Toscana: "Un fatto positivo; serve il giusto mix fra persone che hanno esperienza politica e persone che raccolgano sensibilità provenienti dalla società", dice parlando della composizione della prossima squadra di candidati alle Europee. Con un paletto, però, individuato: il no alla possibile candidatura di Marco Tarquinio, ex direttore di Avvenire, proprio nella circoscrizione dell’Italia Centrale. "Tarquinio? Ritengo che in questo collegio ci siano già persone in grado di rappresentarlo. Da Dario Nardella a Nicola Zingaretti, alla stessa segretaria Elly Schlein. Ci sono poi Matteo Ricci e Alessia Morani. Il Pd eleggerà probabilmente 4 eurodeputati e queste persone sarebbero già un valore positivo per il nostro territorio". Oltretutto, Giani dice di non aver condiviso le posizioni di Tarquinio sull’Ucraina, "che sta combattendo una battaglia per la democrazia e per l’Europa". Anzi, il presidente della Toscana è preoccupato che resti fuori dall’Europarlamento proprio una persona che, su questo fronte, è stata in prima linea: la vicepresidente del Parlamento Ue Pina Picierno. "È giovane e ha tanto da dare all’Europa, sarebbe un errore se non venisse rieletta". Una partita complessa, quella di Picierno, visto che la circoscrizione dell’Italia meridionale potrebbe essere affollata quanto quella centrale, tra Lucia Annunziata, Antonio Decaro e Sandro Ruotolo.

David Allegranti