Roma, 12 giugno 2017 - Il giorno dopo le elezioni comunali 2017, è l'ora dei commenti. E come spesso capita i principali leader si socono soddisfatti dell'esito, anche se con sfumature diverse.

Elezioni comunali 2017, risultati definitivi

GRILLO ATTACCA - Il day after di quella che molti leggono come una debacle pentastellata, Beppe Grillo passa va all'attacco: "Il M5s è la forza più presente, la crescita è lenta ma c'è, il Pd è camuffato in metà dei Comuni, illudetevi che abbiamo fallito". L'obiettivo, adesso, spiega il leader 5 Stelle, è ballottaggi, Sicilia, governo. "Successi e fallimenti fanno parte della storia del M5S, l'importante è non mollare mai", aggiunge il leader.

SALVINI ESULTA -  Il leader leghista posta la sua gioia su Facebook: 


Poi, nel merito: "Speriamo che Renzi tragga le conseguenze di questa ennesima sfiducia al governo - dice - Lo sconfitto di queste elezioni non è Grillo ma Renzi. E questo significa che il governo Gentiloni non rappresenta più nessuno".
Rispetto ai risultati della Lega, commenta: "È finito il primo tempo. Ora c'è il secondo da giocare e da vincere". La partita più bella? Per Salvini è quella di Genova, ma l'obiettivo è vincere anche in Comuni come Alessandria, Como, Monza, Padova e Verona. Fino al giorno del ballottaggio, "fisserò la residenza nella periferia di Genova" e in quella delle altre città anche per convincere chi non è andato a votare a farlo.

RENZI SODDISFATTO - Il leader del Pd consegna il suo pensiero post-elezioni a Facebook: "Buoni i dati delle amministrative, adesso avanti per i ballottaggi. In bocca al lupo ai sindaci già eletti. Il giorno dopo delle elezioni solitamente si fanno tante analisi, chiacchiere e discussioni, come è persino naturale. Noi oggi abbiamo fatto una scelta diversa. Con il presidente del Lazio Nicola Zingaretti abbiamo preso una macchina e siamo saliti a Accumoli e Amatrice per fare il punto sui cantieri. Senza dirlo ai giornali, senza dirlo a nessuno".


Il segretario del Pd predica "prudenza" rispetto ai risultati, e rimanda eventuali festeggiamenti al 25 giugno. Lui la legge così: "Il Movimento 5 Stelle perde perché non decide. E non sa governare", sottolineava ieri sera a più riprese. E oggi, in serata, nella sua e-news, attacca gli avversari. "Hanno vinto sempre tutti, non perde mai nessuno - scrive -. Tipico in Italia, non perde mai - davvero - nessuno". Ancora: "Grillo ha fatto un post per attaccare il PD, dicendo che noi siamo spariti. Salvini ha attaccato il PD, dicendo che noi abbiamo perso. Qui - aggiunge con un link - ci sono i numeri per gli interessati. Non fateli vedere a Grillo e Salvini, altrimenti ci rimangono male".

Da parte sua Andrea Marcucci (quello del 'ciaone'): "C'è stato sicuramente un effetto Raggi-Appendino: il M5s ovunque è fuori dai ballottaggi - dice il senatore dem - Il Pd e il centrosinistra sono in partita in tutta Italia, vedremo tra 15 giorni i risultati", aggiunge. 

BRUNETTA: PREMIATI SE UNITI  - Per il momento Silvio Berlusconi non si esprime. Ma il senatore Renato Brunetta legge il voto: "Grande soddisfazione da parte di Forza Italia per i risultati delle elezioni amministrative che hanno premiato il centrodestra unito. Risultati ancora parziali, perché in alcuni Comuni si andrà al secondo turno; in altri definitivi, perché abbiamo vinto al primo turno. Soddisfazione per Forza Italia, soddisfazione per il centrodestra".

"In attesa di fare un'analisi più puntuale - continua - possiamo dire fin da adesso che la scelta fatta all'inizio di questa tornata elettorale dai leader del centrodestra di presentarsi uniti in tutti i Comuni in cui si votava è stata premiata. Ma questa è un'elezione locale, con una legge elettorale che premia le coalizioni. Grande la sconfitta del Movimento 5 Stelle che presentandosi da solo non si è rivelato un'opzione vincente per i cittadini-elettori che hanno preferito ovviamente il voto utile", ha aggiunto.