Matteo Salvini sul palco di Pontida (Ansa)
Matteo Salvini sul palco di Pontida (Ansa)

Miliano, 16 settembre 2019 - "Chi se ne frega?". Matteo Salvini liquida così le polemiche e le critiche scatenate dalla presenza di una delle bambine di Bibbiano sul palco di Pontida. "Non una ma cinquanta bambini. Se qualcuno ruba i bambini ai genitori" per un ritorno economico "è lui il delinquente", dice il segretario della Lega intervendo ad 'Aria pulita' su 7Gold. "Non solo dall'Emilia, arrivano segnalazioni da tutta Italia", incalza il leader del Carroccio. Ieri, al termine del comizio, Salvini aveva fatto salire accanto a sé i bambini presenti. Tra loro - aveva rivelato - anche Greta, una "ragazza con i capelli rossi che dopo un anno è stata restituita alla mamma". Una decisione, la sua, molto criticata soprattutto dai social.

E proprio dai social arriva il colpo di scena, la giornalista Selvaggia Lucarelli ha approfondito la questione relativa alla presenza dei minori sul palco di Pontida, condividendo su Twitter le informazioni di cui è venuta in possesso. 

Successivamente la nota opinionista e scrittrice aggiunge nuove informazioni che avrebbe appreso dopo un colloquio diretto con la madre della piccola Greta.

"Sembrerebbe che la bimba esibita da Salvini sul palco di #Pontida non sia menzionata nell'ordinanza riguardante il caso #Bibbiano e neppure sia stata presa in carico dai servizi sociali Val d'Enza. Qualcuno potrebbe chiarire? Si tratterebbe di un mostruoso caso di sciacallaggio", accusa a sua volta su Twitter la deputata Pd Alessia Rotta.

"La bambina salita sul palco di Pontida è figlia di genitori di un'associazione che ci ha chiesto di salire sul palco e portare la loro testimonianza. E il nostro palco sarà sempre aperto alla gente e ai cittadini". L'ha detto la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni, ospite del programma "Otto e mezzo" su La7, riferendosi a Greta.

La Lucarelli, dopo aver parlato con la madre della bimba, ha invece asserito che il "reclutamento" della minore sarebbe avvenuto in maniera differente: