quotidiano nazionale
25 mag 2022
25 mag 2022

Rissa a Marechiaro, bagnanti si picchiano a colpi di casco: daspo per due uomini

L'aggressione è scoppiata sulla Spiaggia delle Monache. Due napoletani di 38 e 43 anni dovranno rispondere di lesioni aggravate e non potranno avvicinarsi a Posillipo per un anno

25 mag 2022

Napoli, 25 maggio 2022 – Rissa a colpi di casco tra bagnanti, momenti di tensione alla Spiaggia delle Monache di Marechiaro, a Napoli. Tutto è iniziato con una pallonata di troppo sull’arenile, un 38enne ha spinto un ragazzino facendolo cadere su uno scoglio. Ferito al volto, il ragazzo ha chiamato il padre in suo aiuto, un uomo di 43 anni, che si è presentato in spiaggia con un casco da motociclista, usandolo come un’arma per colpire con violenza il 38enne, trascinandolo anche in acqua. Solo grazie all'intervento di altri bagnanti, l'uomo era riuscito a sottrarsi ai colpi dell'aggressore.

Approfondisci:

Omicidio 17enne, nipote del boss di Gragnano. Chiesto l'ergastolo per Apicella e Di Lauro

È successo il 14 maggio a Napoli. L'episodio è documentato anche da un video diffuso in diversi social. Una volante era intervenuta in via Posillipo dopo la segnalazione di una lite sull'arenile e avevano accertato che il 38enne, infastidito da un ragazzo che stava giocando insieme ad altri, lo aveva dapprima richiamato e, di fronte a una sua risposta sgarbata, lo aveva spinto facendolo cadere su uno scoglio e provocandogli lesioni al volto.

Approfondisci:

Napoli, medico di famiglia schiaffeggiato dal paziente: 10 giorni di prognosi

Ora il questore ha firmato due Daspo urbani per i protagonisti della rissa, entrambi napoletani. Il 38enne e il 43enne devono rispondere di lesioni personali aggravate. I Daspo prevedono il divieto, per un anno, di accedere ai pubblici esercizi e ai locali di pubblico trattenimento a Napoli in particolare in via Posillipo, via Petrarca, via Sermoneta, largo Sermoneta, via Mergellina e via Caracciolo, nonché il divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze dei posti elencati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?