Omicidio di Giovanbattista Cutolo, arrestato a Barcellona uno dei complici dell’assassino: in Spagna è accusato di rapina

É uno dei due maggiorenni presenti quando è stato ucciso a colpi di pistola il giovane musicista nel centro di Napoli

Una manifestazione a Napoli dopo l'omicidio del giovane musicista Giovanbattista Cutolo

Una manifestazione a Napoli dopo l'omicidio del giovane musicista Giovanbattista Cutolo

Napoli, 30 gennaio 2024 – Arrestato in Spagna uno dei complici del 17enne accusato di aver sparato a Giovanbattista Cutolo, il giovane musicista conosciuto come Giogiò ucciso la notte del 31 agosto nel centro di Napoli per una lite su uno scooter parcheggiato. Assieme al minorenne che ha confessato di aver sparato a Giogiò, quella sera in piazza Municipio c’era anche due ragazzi di poco più di 18 anni, uno dei quali, Anthony Mucci, aveva subito fatto perdere le sue tracce. Fino ad ora, perché è stato arrestato a Barcellona nel corso di un'inchiesta dell'autorità giudiziaria spagnola.

Arrestato per la rapina di un Rolex

Anthony Mucci, indagato a piede libero a Napoli per l'omicidio di Giovanbattista Cutolo, è stato arrestato l'11 gennaio scorso dalla polizia spagnola con l’accusa di aver rapinato un Rolex a Barcellona. Lo riportano stamattina Il Mattino e Repubblica. Mucci è uno dei due maggiorenni che la sera dal 31 agosto scorso erano insieme con il 17enne accusato dell’omicidio Cutolo, una violenza che ha scosso la città e l’opinione pubblica. Ora dovrebbero iniziare le procedure delle autorità italiane per richiedere a quelle spagnole il suo rimpatrio.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui