Mercoledì 29 Maggio 2024

Ucciso con tre colpi di pistola, uno sparato alle spalle: l’esito dell’autopsia su Giovanbattista Cutolo

Tre proiettili di piccolo calibro sono andati a segno. Non ci saranno altre consulenze di parte né della famiglia del musicista ucciso né del 17enne reo confesso dell’omicidio

Giovanbattista Cutolo, musicista di 24 anni ucciso da tre colpi di pistola

Giovanbattista Cutolo, musicista di 24 anni ucciso da tre colpi di pistola

Napoli, 5 settembre 2023 – Ucciso con tre colpi di pistola, uno sparato alle spalle. È  l’esito dell’autopsia sul corpo di Giovanbattista Cutolo, il musicista 24enne morto all'alba del 31 agosto scorso in piazza Municipio, a Napoli, durante una rissa scoppiata per uno scooter parcheggiato male.

Approfondisci:

Giorgia Meloni telefona alla mamma del musicista ucciso a Napoli: “Cosa posso fare per te?”

Giorgia Meloni telefona alla mamma del musicista ucciso a Napoli: “Cosa posso fare per te?”

Tre proiettili di piccolo calibro

La conferma che Giovanbattista sia stato raggiunto da tre proiettili è trapelata dopo la conclusione dell'esame autoptico che si è svolto ieri nel pomeriggio nell'obitorio del secondo Policlinico. In sostanza tutti e tre i colpi sparati dal 17enne reo confesso dell'omicidio sono andati a segno. Si tratta di proiettili di piccolo calibro. Ad eseguire l'esame è stato il medico legale Gianluca Auriemma. Gli avvocati Claudio Botti e Davide Piccirillo, rispettivamente della famiglia della vittima e del 17enne autore dell'omicidio, hanno scelto di non avvalersi di un consulente di parte.