Nuoto di fondo
Nuoto di fondo

Napoli, 3 maggio 2021 - Sarà Napoli la “regina delle stelle del nuoto di fondo” nel 2022. Il capoluogo campano, infatti, è stato scelto per ospitare la cerimonia del 2022 della Hall of Fame della disciplina, con l’incoronazione arrivata durante la cerimonia di quest’anno dell’International Marathon Swimming Hall of Fame, svoltasi in videoconferenza. 

Un riconoscimento all’Italia, alla Campania e al suo capoluogo 

L’evento, che si sarebbe dovuto tenere a New York, si è svolto da remoto a causa della pandemia, e durante l'iniziativa è stato trasmesso un video su Napoli e la Capri-Napoli, storica traversata del Golfo, per ufficializzare come il capoluogo campano diventerà, il 7 maggio 2022, la sede dell'annuale cerimonia. 

L'assegnazione rappresenta un riconoscimento all'Italia e soprattutto alla Campania e a Napoli che, proprio con la Capri-Napoli, hanno scritto la storia mondiale della disciplina

Obiettivo, esaltare la vocazione turistica della regione

L'organizzazione locale dell'evento è stata affidata all'agenzia "Eventualmente eventi & comunicazione" di Luciano Cotena, che dal 2003 si occupa proprio della Capri-Napoli: ''Sono felice ed orgoglioso - afferma Cotena - dell'ulteriore riconoscimento al lavoro svolto in questi anni: non solo con la Capri-Napoli, ma anche agli altri eventi come i mondiali assoluti di nuoto in acque libere del 2006 e tanti altri avvenimenti legati alle discipline natatorie. L’obiettivo è quello di esaltare la vocazione turistica della regione, ed il turismo sportivo è un volano eccezionale, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo”. 

Lancia poi un appello, Cotena, per il prossimo anno, in cui si augura “che la situazione possa tornare alla normalità: con l'esclusiva cerimonia avremo l'occasione di ospitare campioni e dirigenti di tutto il mondo. Con la Hall of Fame mondiale - ha concluso - al momento di avanzare la nostra candidatura, si è convenuto che portare qui la cerimonia, con la storia della Capri-Napoli, avrebbe significato un ritorno a casa per il nuoto di fondo”.