Controlli dei carabinieri
Controlli dei carabinieri

Napoli, 18 agosto 2021 – Venticinque persone sono rimaste intossicate durante la cena di Ferragosto sull'isola di Ischia, oggi i carabinieri hanno ispezionato la cucina dell'hotel e hanno sequestrato 32 chili di alimenti congelati privi di tracciabilità. E così nel giorno della riconversione di alcuni reparti del Rizzoli per l'emergenza Covid sull'isola, con 300 contagi in pochi giorni, c'è un nuovo allarme in ospedale. Alcuni clienti dell'albergo sono stati portati al nosocomio dell'isola dopo avere avuto attacchi di dissenteria.

Il titolare dell'albergo è stato sanzionato con 2.500 euro di multa, i carabinieri – che hanno ispezionato la struttura turistica insieme al personale dell'Asl Napoli 2 Nord – hanno inoltre individuato un'area esterna alla cucina risultata senza i requisiti strutturali e igienici. L'attività di indagine è stata avviata dopo l'intossicazione alimentare di cui sono state vittime diversi clienti dell'hotel - di cui circa 25 sono ricorsi alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell'ospedale Rizzoli - durante la cena dello scorso Ferragosto, successivamente denunciata ai carabinieri.

Si tratta degli ospiti di un hotel di Forio, che hanno cominciato a sentirsi male nel pomeriggio di ieri, mostrando i sintomi di una intossicazione alimentare. Le condizioni di salute non sono tali da richiedere il ricovero, ma la necessità di assistere il gran numero di pazienti ricoverati quasi contemporaneamente ha richiesto l'attivazione di un protocollo speciale operativo nell'ospedale isolano. Numerosi altri ospiti dell'albergo hanno accusato lo stesso malessere, ma al momento le loro condizioni permettono di evitare il ricorso alle cure mediche in ospedale.