Venerdì 14 Giugno 2024

Caivano, suocero del boss Cicatelli si avvicina armato a don Patriciello, fermato

All’uomo, 74 anni, è stato sequestrato il coltello di cui era in possesso. Solidarietà della premier Meloni al prete anticamorra

Don Maurizio Patriciello, parroco della parrocchia San Paolo apostolo 'Parco verde' di Caivano (Ansa)

Don Maurizio Patriciello, parroco della parrocchia San Paolo apostolo 'Parco verde' di Caivano (Ansa)

Napoli, 11 giugno 2024 – Un nuovo episodio intimidatorio nei confronti di don Maurizio Patriciello, il parroco anticamorra di Caivano (Napoli). A riferirlo è il presidente della commissione antimafia Chiara Colosimo, che esprime "solidarietà e vicinanza" al prete. Da quanto raccontato, il suocero del boss Cicatelli, Vittorio De Luca, 74 anni, è stato fermato e denunciato dalle forze dell'ordine mentre cercava di avvicinarsi a lui durante il consueto saluto ai fedeli all'interno della chiesa dei Santa Apostoli. il contatto però non è avvenuto. L'uomo, affetto da uno stato di salute psicologico precario, era in possesso di un coltello, sequestrato poi dalla polizia.

L'episodio è stato confermato dal prefetto di Napoli, Michele Di Bari, che parla di una "situazione delicata" e che il prete sta vivendo "con grande serenità, perché don Maurizio sa che al suo fianco c'è lo Stato".

Anche la premier Giorgia Meloni ha manifestato la sua "totale solidarietà e vicinanza per l'ennesimo atto di intimidazione" a don Patriciello. "Il suo lavoro per portare legalità e speranza a un territorio martoriato dalla criminalità – ha aggiunto, sui social, la presidente del Consiglio – avrà sempre il sostegno del governo e mio personale. Siamo tutti con te". Anche altri esponenti politici hanno espresso la loro vicinanza al prete, noto per la sua lotta contro i clan.