quotidiano nazionale
3 giu 2022
3 giu 2022

Covid in Campania  oggi, il bollettino del 3 giugno: 843 positivi su 5.365 test 

Tre i decessi. De Luca in diretta Facebook: "La mascherina? La porterò anche in estate" 

3 giu 2022
Mascherine
Mascherine
Mascherine
Mascherine

Napoli, 3 giugno 2022 - In Campania in discesa, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 843 positivi al Coronavirus contor i 1.943 del giorno prima (qui il bollettino del 2 giugno). I nuovi contagi sono stati individuati su 789 al test antigenico e 54 al tampone molecolare, i dati diffusi tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute.

Sono 2 i decessi nelle ultime 48 ore e 1 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. A comunicarlo l'Unità di crisi regionale. I tamponi processati ieri sono stati 5.365 di cui 3.932 test antigenici e 1.433 molecolari.  

Sul  fronte ospedali il report posti letto su base regionale riporta 585 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 16 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 334 occupati. 

De Luca: "Prudenza e mascherina anche in estate"

"Per quanto riguarda il Covid continuiamo a registrare una discesa del contagio, una riduzione dei ricoveri in terapia intensiva e anche nei reparti ordinari. Questo ci consentirà di riprendere con maggiore ampiezza le attività sanitarie ordinarie non legate al Covid", a dirlo è il presidente della Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo consueto appuntamento con la diretta Facebook del venerdì pomeriggio.

"Nel periodo dell'emergenza si sono accumulati ritardi gravi negli screening oncologici e invito ancora tutti, in particolare le nostre donne, a riprendere l'attività di prevenzione. E' un lavoro essenziale che dobbiamo rilanciare" afferma il governatore che in vista dell'estate imminente aggiunge: "Manteniamoci prudenti. Continuerete a vedere il Presidente della Regione con la mascherina sul volto. Non mi fa né caldo né freddo se gli altri non se la mettono. Io sarò iper prudente. Siamo in un Paese nel quale se non stai con il fiato sul collo anche agli uffici le cose non vanno avanti. Cerco di essere prudente nell'interesse delle nostre comunità e delle attività istituzionali da realizzare per dare una mano ai nostri concittadini" chiosa De Luca. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?