Un abito Kontatto
Un abito Kontatto

Le luci della notte di Parigi si accendono sulla collezione per le feste di Kontatto, marchio in forte espansione e consolidato successo fondato e presieduto da Federico Ballandi, imprenditore bolognese sempre in viaggio a caccia di tendenze che dal Centergross di Bologna dove ha sede l’azienda, fondata venticinque anni fa coi soci Gianluca Goldoni e Stefano Trecchi, stimola e crea l’immagine e i contenuti stilistici del brand. “In collezione ci sono sempre flash continui – spiega Federico Ballandi appena rientrato da Londra dove ha passato alcuni giorni a far ricerca – e questa è la linfa vincente di Kontatto e il segreto dei nostri risultati. Siamo contenti per i risultati della distribuzione in oltre 1.250 multibrand più i nostri quattro negozi di Bologna, Milano, Milano Marittima e Casalecchio di Reno, e per aver riorganizzato con giovani talenti sia l’ufficio stile che la comunicazione che ha sempre attenzione anche alla rete. L’ultima importante novità è però l’apertura dello showroom Kontatto a Mosca che sta già funzionando molto bene. Ci ha premiato la partecipazione alla fiera CPM due volte l’anno a febbraio e a settembre, il nostro stand all’ultima edizione è stato letteralmente preso d’assalto e di questo siamo molto contenti”.

Per le prossime festività natalizie Kontatto ha lanciato la capsule On se voit à Paris, ricca di modelli femminilissimi, trasversali, ricchi di paillettes e trasparenze, luccichii ed eff etti glitterati, per richiamare appunto l’incanto delle notti parigine e i colori sono il nude, il fuxia, il rosso, il verde bottiglia e il nero, argento e oro. “Oggi le clienti comprano quando lo desiderano, il cambiamento climatico ha cambiato le vendite di tutta la moda – spiega Ballandi – tutto funziona a singhiozzo e mantenere le posizioni è molto importante. Insomma – continua il presidente di Kontatto – bisogna sempre buttare dentro la pentola spezie nuove! E organizzare eventi ad hoc come facciamo noi negli showroom di Bari e di Roma, per coccolare i clienti con idee e novità. E poi spingere sulle vendite on line, la nostra piattaforma è bella ed efficace”.

Il 16 gennaio 2020 poi Kontatto farà la sfilata a Bologna in una galleria d’arte per la collezione della prossima estate. Ma sarà l’ultima perchè da giugno 2020 Ballandi ha deciso che andrà a sfilare a Milano con l’invernale. Una decisione importante e strategica visto il peso di Milano come capitale internazionale dello stile. “Quest’anno chiudiamo con un aumento del 5% - continua il presidente Ballandi - e continuiamo a produrre 1 milione e 150.000 capi, tutti Made in Italy e al 60% venduti in Italia. Il fatturato è intorno ai 24 milioni di euro, i dipendenti interni sono 70 e l’indotto è grandissimo. Tra le più belle novità che stiamo per chiudere e concretizzare c’è la richiesta di una linea Kontatto per le bambine da parte di aziende specializzate nel childenwear”. Insomma Kontatto va alla grande e giustamente guarda anche ai desideri delle clienti in fatto di sostenibilità con tessuti naturali e anche riciclabili, ottimizzando gli acquisti di materia prima e lavorando molto sulle stampe. Per il momento negli uffici del brand al Centergross sono bandite le bottigliette di plastica per l’acqua.