Meteo 8 settembre: crollano le temperature
Meteo 8 settembre: crollano le temperature

Roma, 7 settembre 2019 - Avanti tutta verso l'autunno. Le previsioni meteo di domenica 8 settembre confermano l'arrivo di una nuova e potente perturbazione (la seconda nel giro di pochi giorni) che porterà ancora maltempo e un significativo crollo delle temperature in gran parte dell'Italia.

Previsioni meteo, breve tregua: quanto durerà. Scende la quota neve sulle Alpi

Come preannunciato, il team de iLMeteo.it segnala che domenica l’irruzione dell'ennesimo ciclone atlantico farà precipitare la situazione a partire dal Nord, dove le piogge "potranno risultare abbondanti, soprattutto su Lombardia, Emilia Romagna e poi Triveneto". Il sito avverte che il vortice depressionario sarà veloce ma pericoloso, e potrà dare vita a locali nubifragi, grandine e forti raffiche di vento. Sulle Alpi non si escludono inoltre fioccate di neve oltre i 1700 metri.

Molto simile il bollettino di 3BMeteo, che arricchisce il quadro sottolineando la presenza di acquazzoni anche al Centro, specie su alta Toscana e Marche. Nonostante la prevalenza di sole, nemmeno il Mezzogiorno si ritroverà completamente all'asciutto: i meteorologi parlano infatti di "addensamenti sulle peninsulari tirreniche con qualche pioggia al pomeriggio tra Campania e alta Calabria, in successiva attenuazione".

Ma a fare notizia sarà soprattutto il notevole cedimento termico: iLMeto.it anticipa che le massime supereranno solo di poco i 20°C, in particolare nelle aree maggiormente interessate dal maltempo.

Superato il weekend, la nuova settimana promette di riaprirsi all'insegna del bel tempo. Gli esperti assicurano tuttavia che la tregua sarà brevissima. Martedì 10 settembre è infatti fissato l'appuntamento con un terzo vortice ciclonico che determinerà una nuova fase di maltempo sullo Stivale.

Previsioni meteo domenica 8 settembre

Nord Ovest
Piogge e temporali fin dal mattino su quasi tutti i settori, con fenomeni in attenuazione solo in serata. Clima più asciutto in Piemonte, specie nel pomeriggio, in un contesto comunque nuvoloso. Sensibile diminuzione delle massime: 21° a Milano e 23° a Torino.

Nord Est
Instabilità diffusa su tutte le regioni, con temporali anche forti specie su Triveneto ed Emilia Romagna. Qualche timida schiarita a livello locale nel pomeriggio; verso sera si preannuncia invece un miglioramento generale della situazione. La perturbazione porta 19° a Venezia e Bologna.

Centro
Temporali in arrivo fin dal mattino sulla Toscana settentrionale, poi nel pomeriggio acquazzoni in estensione su Marche, Umbria e Appennino laziale. Nuvoloso, ma con sprazzi di bel tempo sull'Abruzzo. Soleggiato in Sardegna. Previsti 26° a Roma e 24° a Firenze.

Sud e Isole
Cielo sereno o poco nuvoloso quasi ovunque, al netto di qualche pioggia su bassa Campania e costa tirrenica della Calabria. Clima gradevole con temperature in leggera flessione: attesi 25° a Palermo e 26° a Bari.

IlMeteo.it avverte che ci sarà un altro colpo di scena in questo avvio di settembre davvero instabile e perturbato: il grande ritorno della neve. Nella giornata di domenica, complice l'arrivo di aria più fredda, le quote scenderanno in maniera piuttosto veloce, soprattutto sui settori alpini centro-orientali. In Lombardia la quota neve scenderà fin sopra i 1500 metri in provincia di Sondrio, per cui Livigno tornerà ad imbiancarsi. Su Alto Adige e Veneto la neve cadrà fino a 1700 metri, e non è da escludere che, durante i rovesci più intensi, qualche fiocco possa far la sua comparsa anche nelle principali località turistiche come Madonna di Campiglio (TN), Canazei (TN), Solda (BZ) o Misurina (BL). Quote un po' più elevate sulla Carnia, intorno ai 2000 metri.