Roma, 2 luglio 2018 - L'estate 2018, cominciata in modo folle, prosegue in modo 'pazzerello'. Le previsioni meteo dicono infatti che cede l'anticiclone al Nord, con i primi temporali già nelle prossime ore. Al Sud proseguirà invece il tempo stabile, con temperature che potranno superare i 35 gradi. Le regioni settentrionali - spiega Meteo.it - "resteranno ai margini dell’alta pressione, subendo l’influenza degli impulsi instabili in transito sull'Europa centrale, che causeranno un aumento del rischio di temporali, non solo sui monti ma, tra martedì e venerdì, a tratti anche in pianura". Sarà meno caldo rispetto al resto d'Italia, ma si farà sentire, a causa dell'afa.

I 6 film dell'estate 2018

Ilmeteo.it parla di tre insidie: nubi africane, sabbia dal deserto, aria fresca dalla porta della Bora che porteranno "colpi di scena".

3bmeteo.com spiega in particolare che al Nord "l'instabilità si intensificherà tra martedì e mercoledì con fenomeni più diffusi a ridosso dei rilievi ma localmente anche su dorsale settentrionale e Val padana". E la seconda parte della settimana si presenterà ancora più dinamica. Gli esperti segnalano poi che "sul finire di venerdì e sabato l'anticiclone si indebolirà favorendo il transito di qualche fenomeno sul basso versante adriatico".

IL PUNTO - "I prossimi giorni vedranno il ritorno di qualche temporale anche di una certa intensità al Nord, dove l'Estate parte più zoppicante", dice il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: "Umidi venti atlantici disturberanno infatti il nostro anticiclone. Il sole non mancherà ma dovrà contendersi così la scena con nubi irregolari e qualche rovescio o temporale in primis su Alpi e Prealpi tra le ore pomeridiane e serali, occasionalmente anche sulla Pianura Padana specie tra le ore serali e notturne. Un primo impulso instabile è atteso in particolare martedì sera mentre un secondo, più incisivo, tra mercoledì sera e giovediì quando i fenomeni potrebbero risultare più diffusi e localmente anche forti. Non esclusa in questa fase qualche grandinata. Il clima si manterrà comunque abbastanza caldo e anche umido, con sensazione di afa a tratti un po' accentuata, ma senza particolari eccessi". Nel frattempo sarà "estate a pieni giri al Centro Sud, protetto più efficacemente dall'anticiclone - prosegue Ferrara - con caldo africano intenso sebbene non eccezionale. Fino a mercoleì avremo infatti temperature diffusamente superiori ai 30 gradi con punte di 34-35 gradi sulle aree interne peninsulari, fino a sfiorare picchi di 36-37 gradi sulle Isole Maggiori, in particolare sulla Sicilia. Il sole sarà dominante, anche se in settimana qualche rovescio o temporale di calore potrà interessare l'Appennino e una maggiore variabilità a tratti disturbare l'alta Toscana". Da giovedì la canicola tenderà a smorzarsi almeno parzialmente, in particolare sui versanti adriatici e al prezzo di qualche acquazzone in più, ma il clima si manterrà comunque pienamente estivo.

Hacker sotto l'ombrellone, 5 consigli per stare al riparo