Come saranno le vacanze al mare nel 2018? E quanto costeranno? Come cambia nel tempo il rapporto degli italiani con le vacanze in spiaggia e qual è la tendenza per la stagione appena iniziata? Lo racconta una ricerca dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori – che indaga sullo stato delle spiagge italiane, dei loro servizi e prezzi, delle abitudini dei turisti ai tempi del web.



LE SPIAGGE ATTREZATE
Secondo la ricerca sono sempre di più i turisti che decidono di concedersi una vacanza al mare scegliendo le spiagge più attrezzate rispetto a quelle libere o a quelle dotate di servizi basic. Il report spiega che soltanto un turista su 6 sceglierà nel 2018 il classico stabilimento balneare privo di servizi e attrezzature. La buona notizia, in questo caso, è che i costi rispetto allo scorso anno sono sì aumentati, ma soltanto del 1%, in linea con l’inflazione nazionale. L’aumento riguarda soprattutto lettini, cabine e abbonamenti stagionali.


I NUOVI SERVIZI DEI LIDI
Lo studio Federconsumatori fa emergere le nuove esigenze degli italiani sotto l’ombrellone. Sempre in alto la richiesta di doccia calda e servizio bar, ma sale il bisogno di Wi-Fi, per chattare e inviare foto sui social direttamente dal lettino. Le altre richieste spaziano dalla nursery per i più piccoli ai libri in prestito per chi ama concedersi una buona lettura sotto l’ombrellone. Vasche idromassaggio e acquagym per i cultori del fisico e consulenti per l’abbronzatura per chi fa della tintarella sono un bisogno in crescita.


DOG SITTING E ATTENZIONE AI CANI
Federconsumatori sottolinea – confermando peraltro la tendenza nazionale – quanto i turisti italiani siano attenti al benessere dei loro animali. A fronte di un aumento di richieste, cresce la disponibilità di lidi che offrono servizi di dog sitting, stuoie rinfrescanti, ciotole e sacchetti biodegradabili per il benessere dei cani.


PROPOSTE CREATIVE
Non mancano neanche quest’anno le offerte e le promozioni creative per incentivare i vacanzieri. Si va – sottolinea l’Osservatorio – dai light lunch compresi nel prezzo dell’ombrellone e della sdraio, all’happy-hour abbinato all’abbonamento giornaliero. Ingressi scontati dopo le 16 negli stabilimenti e ombrelloni e cabine condivisi tra più famiglie andranno ad arricchire l’offerta turistica per chi ha necessità di rispettare comunque un budget. Molto interessanti sono anche le offerte green, con sconti per chi raggiunge in treno o pullman le località di vacanza rinunciando all’auto personale, e quelle tech, con proposte per chi prenota online il proprio ombrellone.


I PREZZI MEDI DELLE SPIAGGE 2018
Uno sguardo, per finire, ai prezzi medi registrati sulle spiagge del Bel Paese per l’estate 2018. Si va dagli 11 euro per l’ombrellone e 5 euro per la sdraio (in linea con i prezzi dello scorso anno), ai 15 per il lettino (con un incremento del 7%) e 18 per la cabina (+ 6% rispetto al 2017). L’abbonamento mensile (ombrellone, lettino e sdraio), costa in media 575 euro, 10 in meno dello scorso anno. Per l’abbonamento giornaliero con gli stessi servizi siamo sui 24 euro, lo stesso prezzo del 2017.
Per avere un posto al sole (ma sotto l’ombrellone) tutta la stagione turistica il prezzo è di 1368 euro, circa 60 euro in più rispetto alla scorsa estate.