Dettaglio del poster - Foto: Netflix
Dettaglio del poster - Foto: Netflix
La prima stagione di 'Tredici' (titolo originale '13 Reasons Why') è stato un caso a livello globale, per la serietà dei contenuti trattati e la notevole qualità della messa in scena. Le successive due stagioni non hanno saputo tenere il passo e hanno raccolto critiche severe: spetta alla quarta, in streaming su Netflix da venerdì 5 giugno, il compito di riannodare tutti i fili e regalare alla serie TV una conclusione degna di questo nome. Riuscirà nell'impresa?

Tredici, la serie TV

Uscita a marzo del 2017, la stagione 1 fece parecchio scalpore perché trattava in maniera schietta temi come il bullismo, lo stupro e la tentazione del suicidio fra gli adolescenti: l'efficacia del racconto, e il fatto che potesse essere fruito anche da spettatori molto giovani, spinse alcuni a preoccuparsi per l'eventuale impatto negativo della visione. Molti però riconobbero l'onestà e realismo della trama, l'eccellente interpretazione del cast e l'alta qualità della messa in scena. Insomma, 'Tredici' venne salutato come un pugno nello stomaco, però di quelli utili.

La sfida della stagione 4

Il successo spinse i produttori a chiamare Brian Yorkey, creatore della serie TV, e chiedergli di realizzare nuove stagioni, inventandosi uno sviluppo narrativo che andasse oltre il romanzo di Jay Asher che aveva ispirato la prima stagione. Un compito tutt'altro che semplice e che Yorkey ha eseguito aggrappandosi agli stilemi del murder mystery, continuando a trattare temi scomodi, ma trascurando la precisione narrativa che aveva elevato la stagione 1 nettamente al di sopra della media. Così sono fioccate le critiche.

I nuovi episodi, quelli che escono in streaming il 5 giugno, devono dunque recuperare terreno e regalare ai fan un finale degno del blasone di 'Tredici'. La difficoltà maggiore è che non si può cancellare quanto accaduto in precedenza, in particolare la rete di omertà che i protagonisti hanno costruito attorno a loro. Per quanto è dato conoscere, la trama è ambientata durante l'ultimo anno di liceo e ruota attorno a un pericoloso segreto che costringerà i protagonisti a prendere decisioni capaci di determinare per sempre il loro futuro.

Nel cast tornano tutti i volti noti della serie TV, per esempio Dylan Minnette, Alisha Boes, Brandon Flynn, Miles Heize, Grace Saif, Christian Navarro, Ross Butler e Devin Druid. Fra le new entry spicca quella del premio Emmy Gary Sinise: interpreta un terapista specializzato in problemi degli adolescenti e delle famiglie.

Il trailer sottotitolato in italiano



Tredici, come guardare la serie TV

A differenza delle precedenti stagioni, composte ognuna da tredici episodi, la quarta ne ha dieci: durano un'oretta l'uno e Netflix ne consiglia la visione ad abbonate e abbonati che abbiamo compiuto quattordici anni. Coloro che rispettano il requisito dell'età devono solo attendere il 5 giugno, giorno dell'inserimento nel catalogo dei contenuti in streaming.

Leggi anche:
- Victoria Mahoney, da 'Star Wars' all'action 'Kill Them All'
- Ryan Gosling sarà l'uomo lupo per Universal
- The Last Dance 2: dopo Michael Jordan, Muhammad Ali o Babe Ruth?