Euromonitor ha pubblicato la classifica delle 100 città più visitate al mondo nel corso del 2016: in vetta troviamo Hong Kong, l'ex colonia britannica trasferita sotto la sovranità cinese nel 1997. Volendo seguire il trend e organizzare un viaggio che ci porti fino là, cosa dobbiamo assolutamente vedere perché il volo valga la pena? Ecco le nostre proposte: abbiamo deciso di puntare su tre momenti che possano offrire un po' di relax rispetto alla frenesia della vita diurna e notturna cittadina.

Per approfondire: La classifica di Euromonitor

OMAGGIARE IL GRANDE BUDDHA
La metà è indubbiamente inflazionata, ma a ragione: il Tian Tan Buddha, conosciuto anche come Grande Buddha, è un'imponente statua alta 23 metri (26 e mezzo se contiamo anche i fiori di loto sui quali è seduto). Vi si accede dopo aver attraversato boschi lussureggianti e aver percorso una scalinata composta da 268 gradini. Accanto alla statua c'è il monastero Po Lin, uno dei più importanti santuari buddisti al mondo. Se dopo aver risalito la scala della statua e aver respirato l'inceso del monastero ti viene fame, il vicino villaggio Ngong Ping è il posto giusto dove trovare prelibati piatti, rigorosamente vegetariani.

AMMIRARE I PANDA GIGANTI DI OCEAN PARK
Simbolo della Cina e animale straordinariamente affascinante, il panda gigante è diventato celeberrimo anche in Occidente grazie al film d'animazione 'Kung Fu Panda'. Nel parco acquatico di Hong Kong vivono due esemplari, in un ambiente che ricostruisce il loro habitat naturale e che di conseguenza prevede una quantità esorbitante di bambù da mangiare. Dopo aver ammirato i panda, vale la pena di gironzolare per il resto di Ocean Park e incontrare pinguini, foche, delfini e i cinquemila pesci del Grand Aquarium.

FARE UN VIAGGIO SUL PEAK TRAM
Più che un tram vero e proprio, si tratta di una funicolare che risale i 396 metri che separano il livello del mare dal punto più alto dell'isola di Hong Kong: un'ottima soluzione per ammirare la città da un punto di vista inedito, percorrendo un pendio scosceso che offre scorci mozzafiato (e talvolta a rischio di vertigini). Il Peak Tram parte ogni 10-15 minuti e compie la sua corsa dalle sette del mattino fino a mezzanotte. Attenzione ai giorni particolarmente tersi, perché la fila rischia di essere lunga: una volta a bordo, però, ne sarà valsa la pena. Ultimo consiglio: prenditi del tempo per percorrere a piedi i 3,5 chilometri della Peak Circle Walk e continuare ad ammirare la città sottostante.

Leggi anche:
- All'origine di Harry Potter: la mostra sulla magia
- L'Islanda, il karaoke e il video geniale per invitare i turisti
- La Thailandia rende illegale fumare in spiaggia