La tavola natalizia perfetta, la guida per apparecchiarla a regola d’arte

Con la giusta tovaglia, azzeccando tessuti, colori e accessori, e il corretto posizionamento di piatti e bicchieri si può fare un figurone

Tavola Natale (iStock Photo)

Tavola Natale (iStock Photo)

Roma, 7 dicembre 2023 – Le Feste sono alle porte. Tra gli addobbi per la casa, i pacchetti dei regali, le serate con gli amici e i colleghi per scambiarsi gli auguri, si potrebbe iniziare a pensare fin d’ora al momento di concentrarsi sulla cena della Vigilia e sul pranzo di Natale. Se il menù è già stato deciso e la lista della spesa con tutto il necessario è già in definizione, è tempo di pensare anche alla mise en place, ovvero all'allestimento della perfetta tavola natalizia.

Tovaglia e runner

Innanzitutto, occorre scegliere bene la tovaglia. I tessuti migliori, per le occasioni speciali come le Feste natalizie, includono lino, cotone o fiandra. Bisognerebbe avere un occhio di riguardo anche per le dimensioni. Su ogni lato dovrebbero cadere circa 20-30 centimetri di tessuto. Si può spaziare tra bianco con dettagli oro e argento, verde e rosso, facendo attenzione agli accostamenti. Abbinandoli a tonalità neutre, difficilmente si sbaglia.

Per una tavola più romantica, si consiglia l'uso di tonalità delicate e pastello, come il rosa cipria, accostato a dettagli dorati o argentati e a qualche candela. Si potrebbe poi impreziosire la tovaglia aggiungendo un runner, una stoffa rettangolare al centro del tavolo, che può essere decorato con un centrotavola proporzionato e en pendant con il resto. Si può scegliere tra ghirlande natalizie, composizioni con pigne e fiori secchi, vasetti di vetro con vischio e bacche, ampolline con luci e fiori e candelabri con candele colorate. I tovaglioli dovrebbero essere in tessuto e richiamare il colore del runner e della tovaglia e vanno posizionati a sinistra delle forchette o al centro del piatto, con il segnaposto (che può essere messo, alternativamente, accanto ai bicchieri).

Bicchieri e bottiglie

I bicchieri vanno posizionati in alto a destra rispetto ai piatti, seguendo una disposizione diagonale. Generalmente, il bicchiere più grande è destinato al vino rosso e viene collocato dietro al coltello, adiacente al piatto principale. Nel caso in cui il menu preveda piatti a base di pesce, va messo anche il bicchiere per il vino bianco. Il bicchiere per l'acqua dovrebbe essere messo all'esterno degli altri bicchieri. Dipende dal numero di portate previste, ma in generale si consiglia di non superare un massimo di quattro bicchieri sulla tavola. Le bevande, come l'acqua frizzante e quella naturale, dovrebbero essere servite in brocche di vetro, evitando bottiglie di plastica. I vini pregiati possono rimanere nella bottiglia originale o versati in un decanter.

Posate e piatti

Per la disposizione delle posate, bisognerebbe seguire il principio per cui, come suggeriscono gli esperti, si mangia sempre dall'esterno all'interno. Di conseguenza, il cucchiaio va messo all'esterno a destra, con accanto, sulla sinistra, il coltello (con la lama rivolta verso il piatto). Se nel menu sono previste portate a base di pesce, si può aggiungere un coltello specifico per questo alimento tra il cucchiaio e il coltello. Le forchette sono generalmente collocate a sinistra dei piatti. A seconda del numero di portate, la forchetta per antipasti va all'esterno e quella per il piatto principale all'interno. Sopra i piatti, vanno messe le posate da dessert, solitamente una piccola forchetta e un cucchiaino da dolce, con quest'ultimo posizionato sopra la forchettina. I piatti dovrebbero essere allineati alle sedie dei commensali. Si mettono in tavola prima i piatti piani e successivamente quelli fondi o da antipasto sopra di essi. In occasioni speciali, come il Natale e il Capodanno, è possibile aggiungere anche un piattino per il pane.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro