Foto: Kimberley French/Universal Pictures
Foto: Kimberley French/Universal Pictures
Il grattacielo più alto di sempre è in fiamme e un padre di famiglia intende entrare lo stesso per salvare moglie e figli: un'impresa disperata, non fosse che il papà in questione è il grossissimo Dwayne 'The Rock' Johnson, capace già che c'è di affrontare un manipolo di spietati criminali. Insomma: c'è un sacco di testosterone, in 'Skyscraper', ma senza scordare il femminismo (siamo pur sempre nel 2018). Siccome il film esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 19 luglio, è tempo di capire cosa ci aspetta, senza fare spoiler che non siano già presenti nel trailer.

SKYSCRAPER, IL FILM

Siamo di fronte a un film d'azione con tutti i crismi, condito da qualche elemento drammatico e da un po' di tensione. Sulla carta c'erano tutti gli elementi per farne un blockbuster di successo, ma negli Stati Uniti pubblico e critica sono rimasti tiepidi, cosa che ha motivato un botteghino al di sotto delle aspettative: al momento siamo attorno ai 65 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, a fronte però di un budget da 125.

LA TRAMA
La storia è quella di un ex veterano di guerra ed ex agente FBI che riceve un incarico potenzialmente capace di cambiargli in meglio la vita, soprattutto dopo che una missione andata male l'ha lasciato senza una gamba: lavorare come responsabile della sicurezza del più alto grattacielo mai costruito, 1100 metri di magnificenza tecnologica. Quando però un misterioso gruppo di criminali assalta il palazzo, la situazione precipita velocemente: i cattivi hanno pianificato l'operazione alla perfezione e al nostro eroe non resta che improvvisare. A motivarlo c'è il desiderio di salvare la famiglia, rimasta intrappolata nell'edificio.

IL TRAILER IN ITALIANO


L'AUTORE
La regia e la sceneggiatura di 'Skyscraper' sono del californiano Rawson Marshall Thurber, famoso soprattutto per aver scritto e diretto le commedie 'Palle al balzo – Dodgeball' (2004) e 'Una spia e mezzo' (2016, con Dwayne Johnson protagonista).

LA CONSULENZA DELL'ARCHITETTO SUPERSTAR
La produzione di 'Skyscraper' ha coinvolto l'architetto Adrian Smith nella progettazione del grattacielo. Si tratta di un consulente d'eccezione: è infatti la testa pensante dietro il Burj Khalifa di Dubai, attualmente il più alto edificio al mondo (829,8 metri) ed è anche quello che ha ideato la Jeddah Tower che sorgerà in Arabia Saudita e che diventerà il nuovo grattacielo da primato (1000 metri).

IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
'Skyscraper' ha alcuni momenti che suonano forzati, ma in linea di massima è un film solido e ben fatto. Ciò che ha convinto poco è che aggiunge praticamente niente alla tradizione del genere action: dal punto di vista narrativo è quasi scontato, mentre la regia non si inventa soluzioni davvero originali. Si lascia vedere, insomma, e fornisce una buona dose di intrattenimento senza pensieri agli spettatori che gradiscono il genere. Niente più di questo, però.

Leggi anche:
- Ha senso fare un nuovo RoboCop?
- Rogue Trooper, il film con un super soldato blu
- Die Hard non è un film di Natale, dice Bruce Willis