Foto: LaPresse
Foto: LaPresse

Los Angeles, 23 maggio 2018 - Se si tratta di coordinare l'agenzia segreta che regolamenta la presenza aliena sulla Terra, e all'occorrenza affronta minacce cosmiche, allora Liam Neeson è l'uomo giusto. Secondo quanto raccontato dal magazine 'Variety', l'attore irlandese, classe 1952, è nella fase finale delle trattative per comparire nello spin-off di 'Men in Black', che ancora non ha un titolo ma che è atteso nelle sale cinematografiche a metà giugno 2019. Sarà lui a impartire ordini agli agenti Chris Hemsworth e Tessa Thompson, recentemente colleghi di set in 'Thor: Ragnarok': lui nei panni di Thor e lei in quelli di Valchiria.

LO SPIN-OFF DI MEN IN BLACK
Il film originale, uscito nel 1997, era incentrato sulle avventure di Will Smith e Tommy Lee Jones: il pubblico l'ha trasformato in un notevole successo economico, motivando la realizzazione di due sequel e la lavorazione di un terzo che è in stand-by da qualche anno (al momento con Will Smith e il figlio Jaden a bordo). Lo spin-off nasce con l'intento di battere il ferro finché caldo, regalando però agli spettatori un taglio narrativo nuovo. Si spiega in questo modo il cambio di protagonisti e l'idea di affidare a Liam Neeson il comando della sezione britannica degli uomini in nero: è molto probabile che questo implichi una trasferta europea per il franchise.

CHI C'È DIETRO LO SPIN-OFF
Sony Pictures ha per le mani lo spin-off da qualche tempo, ma recentemente ha deciso di piazzarlo nella corsia dei progetti privilegiati, stabilendo una data d'uscita e sbloccando i finanziamenti per la produzione. Festeggiano i due attori protagonisti, il regista F. Gary Gray (autore per esempio di 'Il negoziatore' e 'The Italian Job') e gli sceneggiatori Matt Holloway e Art Marcum, che insieme hanno scritto il primo 'Iron Man', 'Transformers – L'ultimo guerriero' e 'Punisher – Zona di guerra'. Tenendo conto dei precedenti di questi ultimi tre nomi, c'è da aspettarsi un 'Men in Black' stracarico d'azione e con un pizzico di tensione, caratteristiche non dissimili da quelle del franchise e che dunque promettono di soddisfare i fan di vecchia data. Sarà lo stesso con i nuovi spettatori?

Leggi anche:
- Mowgli, versione dark del 'Libro della giungla'. Ecco il trailer
- Barack e Michelle Obama lavorano con Netflix: cosa ci attende?
- 'The Terror' diventa una serie tv antologica