Serie tv 2024: in uscita "True Detective 4" e "Skam Italia 6"

A seguire la terza stagione di "Bridgerton", "Masters of the Air", "Supersex". La seconda stagione di "Mercoledì" e "Stranger Things 5" probabilmente rimandate al 2025

True Detective 4 in uscita nel 2024
True Detective 4 in uscita nel 2024

Roma, 3 gennaio 2024 – Previsioni per le serie tv 2024: un inizio anno pieno come mai prima d'ora di date di rilascio, uscite importanti ogni mese almeno fino a giugno e una stagione autunno-inverno ancora un po' incerta ma che promette titoli imperdibili. 

Le piattaforme fanno a gara a chi riesce a tenere segreta l'uscita di una serie più tardi di tutti, strategia efficace a livello pubblicitario ma un po' crudele nei confronti dei fan, che nel 2023 hanno sopportato ritardi, rimandi e blocchi dovuti allo sciopero di Hollywood. Ma alla fine vincono fame di contenuti e pazienza, così ecco pronto al binge-watching un piatto ricchissimo che trae ispirazione da fiction, fumetti, scienza, fantascienza, fantasy, l'universo femminile, giovani e culture lontane.

La Marvel si presenta subito il 9 gennaio con "Echo" (Disney+), la storia di Maya Lopez (Alaqua Cox), supereroina nativo americana e sorda, quasi un unicum dell'MCU, e la settimana dopo arriva l'attesissima "True Detective 4: Night Country" (15 gennaio, Sky). Se dieci anni fa, nella prima dirompente stagione, Matthew McConaughey e Woody Harrelson vagavano in Louisiana sulle tracce di un serial killer, ora due grandi attrici, Jodie Foster e Kali Reis, ci portano all'estremo opposto degli Usa, in Alaska, per indagare sull'omicidio di una nativa (anche qui) che torna in primo piano dopo la misteriosa sparizione di un gruppo di scienziati da una stazione di ricerca.

Anche l'Italia non perde tempo, dal 18 gennaio Netflix ospita "Skam Italia 6", il puntuale, appassionante e veritiero racconto della quotidianità adolescenziale, questa volta dal punto di vista di Asia, interpretata da Nicole Rossi.  

Il calendario di Netflix

E sono tante le perle che il il gigante streaming di Los Gatos ha in serbo per il suo fedele pubblico. Il 4 gennaio debutta "The Brothers Sun" con protagonista la premio Oscar Michelle Yeoh, lei è un'ex-donna del crimine di Taiwan che vorrebbe rifarsi una vita a Los Angeles ma una famiglia complicata, e i problemi a questa annessi, continuano a inseguirla. Altra donna, altri misfatti, stesso fascino: Sofia Vergara, già Gloria Delgado in "Modern Family", è Griselda Blanco in "Griselda" (25 gennaio), boss di un cartello realmente esistita che nella Miami degli Anni 70 e 80 si guadagnò il soprannome di "Madrina". Il 22 febbraio è la volta del fantasy live-action "Avatar: La leggenda di Aang": un mondo diviso in quattro nazioni, una per ogni elemento (acqua, terra, aria e fuoco), dominate da un Avatar che ha il compito di mantenere ordine e pace. Dall'adattamento del romanzo di Liu Cixin nasce "Il problema dei tre corpi" (21 marzo), al centro sempre un gruppo di scienziati, una minaccia per l'umanità e la spiegazione di come le decisioni di una donna nella Cina degli Anni 60 possano ripercuotersi nel tempo e nello spazio. Poi ci sono i grandi ritorni. Il 16 maggio arrivano i primi quattro episodi di "Bridgerton 3" – gli altri quattro escono il 13 giugno – dove gli appassionati della rivisitata Reggenza britannica potranno seguire la storia d'amore tra Penelope Featherington (Nicola Coughlan) e Colin Bridgerton (Luke Newton). Entro la fine del 2024 ci sarà anche la quinta stagione del thriller psicologico "You" con l'astuto, ossessivo e violento Joe Goldberg interpretato da Penn Badgley (Ben di "Gossip Girl").  

Debutti, ritorni, sequel e prequel

Austin Butler, dopo il Golden Globe per "Elvis", torna al piccolo schermo in "Masters of the air" (26 gennaio, Apple Tv+), dramedy storica – l'hanno prodotta Steven Spielberg, Tom Hanks e Gary Goetzman – che ci fa riporta alla Germania nazista e ai bombardamenti avvenuto per mano degli uomini del 100° Gruppo Bombardieri dell'aviazione statunitense, il “Bloody Hundredth”.

Lo stesso giorno, su Amazon Video, debuttano invece i primi due episodi di "Expats", che poi uscirà a cadenza settimanale, basata sul best-seller di Janice Y.K., ambientata a Honk Kong nel 2014 dove le vite di tre donne americane, tra le quali il personaggio di Nicole Kidman, si intrecciano. A distanza di un giorno arrivano prima "Genius: MLK/X" (1 febbraio, Disney+), quarta stagione di un'antologia che questa volta si concentra sui due pilastri del movimento per i diritti degli afroamericani, Martin Luther King Jr. (Kelvin Harrison Jr) e Malcolm X (Aaron Pierre). Poi "Mr. & Mrs. Smith" (2 febbraio, Amazon Video), con Donald Glover e Maya Erskine, rivisitazione del film del 2005 che fece innamorare Brad Pitt e Angelina Jolie. Un'importante doppietta su Disney+: il 25 febbraio tornano gli amati Rick Grimes (Andrew Lincoln) e Michonne (Danai Gurira) in "The Walking Dead: The Ones Who Live", spin-off della serie sugli zombie più famosa del mondo conclusasi nel 2022 dopo 12 stagioni, e il 27 febbraio "Shogun", ispirata al romanzo del 1975 di James Clavell, su Lord Yoshii Toranaga (Hiroyuki Sanada) e nello sfondo il Giappone del 1600. Non manca l'universo espanso di Star Wars con "The Acolyte" (data d'uscita ancora da definire), che narra l'ascesa dei Sith cento anni prima degli eventi di "La Minaccia Fantasma". In primavera debuttano la comedy "Palm Royale" (20 marzo, Apple TV+) sull'arrivista Maxine Simmons (Kristen Wiig) e "Fallout" (12 aprile, Amazon Prime), dove ritroviamo il futuro apocalittico post-nucleare dell'omonimo videogioco. Poi una carrellata di promesse su Sky. A marzo "The Regime" con Kate Winslet in versione dittatrice e a inizio estate la seconda stagione di "House of The Dragon", prequel di "Il Trono di Spade". Per l'autunno dovrebbe essere pronta "Dune: Prophecy", che narra cosa è accaduto 10mila anni prima dell'arrivo di Paul Atreides (Timothée Chalamet) sulle scene, e "Il Pinguino", dove Colin Farrell riprende i panni dell'antagonista del "The Batman" di Matt Reeves.

Infine il thriller "The Sympathizer", tratto dall'omonimo libro vincitore del Pultizer, sulla crisi di una spia comunista vietnamita (Hoa Xuande), con le star Sandra Oh e Robert Downey Jr. - alle spalle c'è la casa di produzione indipendente A24, la stessa di "Euphoria" e "Everything Everywhere All At Once".

Menù italiano

Dai nostri lidi arrivano letteratura, storia del Fascismo, autorialità e, perché no, sesso. Aspettative al massimo per "Supersex", che sbarca il 6 marzo su Netflix: Alessandro Borghi indossa i panni del pornodivo Rocco Siffredi, un racconto che approfitta anche di alcune testimonianze dirette. Nei primi mesi del 2024 dovrebbe arrivare anche la trasposizione del capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa "Il Gattopardo", non un remake del film del 1963 di Luchino Visconti, ma una riproposizione delle atmosfere laccate e in costume di quel tempo che "cambia per rimanere sempre uguale"; Don Fabrizio Corbera, Principe di Salina, è Kim Rossi Stuart.

Sta ultimando anche la lavorazione di "M. Il figlio del secolo", adattamento del successo editoriale di Antonio Scurati, immersione totale nel corpo, nella mente e nella prospettiva di Benito Mussolini, alias Luca Marinelli, negli anni dal 1919 al 1925, dalla fondazione dei Fasci al delitto Matteotti. Il colpo di coda lo regalano i fratelli D'Innocenzo con "Dostoevskij", per la quale Filippo Timi avrebbe perso 15 chili. Sulla storia si sa poco, c'entrano un poliziotto, una malattia, un caso, un mistero.

I rimandati (ancora) al 2025

In ultimo, qualche nota dolente. Rimarranno, forse, delusi i fan di "Stranger Things", perché la quinta e ultima stagione potrebbe slittare al 2025 per via dell'allungamento dei tempi di ripresa. Potrebbe significare un numero maggiore di puntate, ma l'impazienza per qualcosa di cui si hanno zero dettagli rimane: di certo i fratelli Duffer, creatori della serie cult, hanno smentito la teoria secondo cui sarebbe tutto frutto dell'immaginazione dei protagonisti.

Destino simile per la nuova serie Marvel "Daredevil: Born Again" con Charlie Cox, che ha subìto sostanziali cambiamenti nella produzione, e "Squid Game 2": un mese fa è uscito il primo trailer, ma le riprese sono ancora in pieno corso. Infine, la "Mercoledì" di Jenna Ortega: in questo caso, dovrebbero iniziare a girare la seconda stagione ad aprile, difficile sia tutto pronto entro la fine dell'anno.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro