Russell Crowe fa il gesto del 'Qua Qua' a Sanremo: la gag che riscatta Amadeus

L’attore neozelandese improvvisa un ‘mudra’ con le dita ironizzando sul siparietto che ha ‘irritato’ John Travolta. Il tormentone della serata sdoganato dalla gag dell’ex gladiatore

Sanremo 2024 – Nemmeno Russell Crowe è riuscito a trattenersi: il tormentone della terza serata è ‘Il ballo del Qua Qua’. Simpatico e ironico, l’ex gladiatore non si tira indietro davanti alle gag. Incalzato da Teresa Mannino sulle sue origini italiane – “Dal cognome non si direbbe mai, non come Di Caprio, De Niro…” – un Russell divertito sta al gioco e rilancia. Lui dice “O Travolta”, alza le mani e fa il gesto del ‘Qua Qua’. E subito Amadeus gli batte il cinque.  

Amadeus batte il 5 a Russell Crowe dopo la gag sul 'Qua Qua'
Amadeus batte il 5 a Russell Crowe dopo la gag sul 'Qua Qua'

‘Mudra Crowe’

Il ‘mudra del Qua Qua’ conquista l’Ariston, scoppia una risata e dalla platea arriva un boato di applausi. In un solo gesto, l’attore neozelandese riscatta Amadeus dalla gaffe con cui ha accolto John Travolta nella seconda puntata: quel siparietto di troppo con Fiorello è stato il tormentone di stasera.

Il momento clou della performance avviene quando entra in scena Teresa Mannino, che l'attore saluta calorosamente. "Spesso le grandi star hanno un parente italiano. Abbiamo scoperto che ce l'hai anche tu", gli dice la comica siciliana. "Anche se non hai un cognome che richiama l'Italia, come che so, Di Caprio...". "O Travolta", la interrompe lui. E guardando il pubblico scandisce il labiale: "What that fuck!" ('Ma che caxx..!'), con un chiaro riferimento alle polemiche sull'esibizione di John Travolta ieri sera all'Ariston. Ovazione.

Il tormentone del ‘Qua Qua’

Una giornata di polemiche per Ama: prima il gesto stizzito di Travolta – ieri non ha firmato la liberatoria, costringendo la Rai a togliere il video dai social e dai RaiPlay – poi le frecciate che per tutta la sera hanno preso di mira il presentatore del Festival.

Ma alla fine, con la solennità di una star hollywoodiana, un Russell Crowe divertente e serafico riscatta Ama. E subito si impennano gli ascolti e volano i meme sui social.

Il Gladiatore conquista l'Ariston

Il Gladiatore si prende l'Ariston. Russell Crowe porta la sua musica a Sanremo e nell'inedita (per l'Italia) versione ‘crooner’ canta la sua 'Let the light shine' feat Marcia Hines accompagnato dalla sua band. L'accoglienza è calda: il pubblico urla “Russell! Russell!”. 

Dopo l'esibizione, l'attore neozelandese fa due chiacchiere con Amadeus, che gli chiede se sia facile per lui entrare e uscire dai panni dei suoi personaggi. "Quando ero più giovane – dice l’attore 59enne – era più complicato uscire dal personaggio. Qualsiasi sia il nostro lavoro, se ci appassiona torna a casa con noi. Quando diventiamo più grandi però riusciamo a proteggerci, questo avviene con l'esperienza". Poi Amadeus non si fa sfuggire l'occasione per far dire in italiano all'attore la frase del Gladiatore che lo ha reso celebre: "'Al mio segnale scatenate l'inferno!", dice Crowe facendo esplodere la platea.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro