Sanremo, Amadeus difende La Sad: “Prima si ascolta la canzone, sbagliato avere pregiudizi”

La risposta del conduttore alle polemiche sulla scelta della partecipazione del gruppo milanese al Festival. Il trio è stato accusato di avere nei testi parole volgari e sessiste

Sanremo 2024, Amadeus difende il gruppo La Sad

Sanremo 2024, Amadeus difende il gruppo La Sad

Roma, 9 dicembre 2023 – Saranno solo pregiudizi? Amadeus la pensa così e non indugia in un post su Instagram a difendere a spada tratta La Sad in gara al Festival di Sanremo 2024 dal 6 al 10 febbraio. Il gruppo milanese, infatti, è stato al centro di polemiche per i testi delle canzoni considerati volgari e sessisti. Pieni di sesso, droghe, antidepressivi e suicidio. Amadeus parla di “pregiudizi” raccontando in un video di essere “andato a vedere sul vocabolario il significato della parola pregiudizio: 'opinione preconcetta capace di fare assumere atteggiamenti ingiusti'. Ecco perché io non amo le persone che hanno un pregiudizio verso qualcuno o qualcosa" afferma. "Prima si ascolta la canzone, si legge il libro, si guarda il film o un programma televisivo e poi si esprime un parere o si giudica. Non prima. E' sbagliato avere un pregiudizio".

La Sad a Sanremo, chi sono 

La Sad, trio formato da Theø, Plant e Fiks, nasce nel 2020 dall’incontro dei tre artisti, che decidono di unire i loro percorsi musicali per creare un nuovo collettivo, caratterizzato da sonorità e immaginario punk in chiave moderna. Theø, Plant e Fiks, che provengono da tre regioni diverse (Lombardia, Puglia e Veneto), si sono uniti grazie alla stessa passione per la musica e a un forte legame di amicizia creatosi negli ultimi anni. Un legame che ora, nel mezzo della bufera, sarà determinante. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro