Sabato 15 Giugno 2024
LUISA CIUNI
Magazine

Re Carlo, l’incoronazione e la famiglia (di corte) allargata. Il riscatto della regina Camilla

La nuova sovrana non ha voluto escludere nessuno dalla cerimonia. Un messaggio di modernità al Paese. La rottura con lo stile di Elisabetta II: l’anziana monarca ha sempre combattuto separazioni e divorzi

L’ex marito Andrew nelle prime file dall’abbazia di Westminster, la sorella Annabel Eliot come dama e i 4 nipotini come paggetti d’onore. Poi, tutti insieme a Buckingham Palace, sul balcone, con il nuovo re a salutare la folla. Lei Camilla Shand, ex signora Parker Bowles, prima regina divorziata a salire sul trono inglese, per il giorno dell’incoronazione non ha accettato di vedere la famiglia del suo precedente matrimonio relegata nell’ombra. Anzi l’ha esibita, non senza avere prima combattuto una dura battaglia con il protocollo del Palazzo. Alla fine, ha vinto.

Il pranzo e poi il concerto: la prima domenica di Re Carlo III

Accanto a William, Catherine, George, Charlotte e il terribile Louis, la neo-regina ha schierato Freddy Parker Bowles (figlio del suo primogenito Tom) e i gemelli Louis e Gus Lopes della figlia Lola, più il nipote Artur Elliot, di cui la sorella è nonna. Nella casata in cui un re – Edoardo VIII – abdicò per sposare la divorziata Wallis Simpson, Carlo e Camilla hanno celebrato pubblicamente ieri la loro famiglia allargata con un chiaro messaggio alle migliaia di situazioni analoghe in Gran Bretagna. Le famiglie frutto di seconde nozze non sono di serie B se addirittura il nuovo re espone la sua in un momento così ufficiale. Chi conosce Camilla non si è meravigliato neanche dell’invito ad Andrew: sono rimasti in ottimi rapporti e lei riteneva giusto fargli vedere i nipotini reggere il suo mantello durante la cerimonia. Non succede tutti i giorni che incoronino la nonna o l’ex moglie.

Approfondisci:

Concerto dell’incoronazione di Re Carlo III. William: “Pa siamo tutti orgogliosi di te”

Concerto dell’incoronazione di Re Carlo III. William: “Pa siamo tutti orgogliosi di te”

Questo primo piccolo atto pubblico di Carlo rende più chiaro che tipo di regno sarà il suo: verde, ambientalista e socialmente più aperto di quello della madre che ha sempre combattuto le rotture ufficiali delle famiglie (optando per le separazioni di fatto) finché non ha visto divorziati tre figli su quattro. Perché ieri col nuovo re a salutare la folla c’erano Anna, principessa reale, col secondo marito ammiraglio Timothy Lawrence, il duca di York in disgrazia Andrea divorziato e solo il duca di Edimburgo Edoardo con la moglie Sophie e i loro figli: l’unico matrimonio ancora in piedi fra quelli dei figli di Elisabetta II. In verità Carlo e Camilla volevano invitare anche Sara, l’ex moglie di Andrea con cui, però, tuttora il duca convive ma ragioni di opportunità politica lo hanno sconsigliato.

Dopo lo scandalo che lo ha visto coinvolto nelle vicende di pedofilia del miliardario Jeffrey Epstein, Andrea è l’esponente meno popolare dei Windsor, ieri è stato fischiato all’entrata in chiesa ed Carlo vuole tenerlo lontano il più possibile dalla vita pubblica. Sara è stata inviata al pranzo privato dopo il rito, così come aveva preso parte ai festeggiamenti a Natale.

L’incoronazione di Camilla dimostra quanta acqua sia passata dal 1996 quando Carlo al momento del divorzio da Diana dovette fare un comunicato ufficiale nel quale affermava di "non volersi risposare" pena il rischio di perdere i diritti di successione. Il cambio di mentalità nel paese è stato veloce, ma ancora nel 2005, al momento delle seconde nozze, Carlo dovette affermare che Camilla non sarebbe stata regina. Oggi l’atto finale di una storia iniziata nel 1971. Camilla ha la corona in testa e la famiglia di lei con quella di lui si sono mostrate insieme. Senza che si scandalizzasse nessuno.