BOLOGNA - La chitarra di Fede Poggipollini irrompe nel silenzio spettrale dell’Unipol Arena di Bologna, da più di un anno orfana – causa Covid – di pubblico e concerti. Il video del vibrante ’a solo’, sulle note di The Sound of Silence di Simon & Garfunkel, fa parte di #ilrumoredelsilenzio, tour online che prevede l’esibizione di artisti a sorpresa in quattro arene...

BOLOGNA - La chitarra di Fede Poggipollini irrompe nel silenzio spettrale dell’Unipol Arena di Bologna, da più di un anno orfana – causa Covid – di pubblico e concerti.

Il video del vibrante ’a solo’, sulle note di The Sound of Silence di Simon & Garfunkel, fa parte di #ilrumoredelsilenzio, tour online che prevede l’esibizione di artisti a sorpresa in quattro arene dello spettacolo italiane, ovviamente in assenza di spettatori. Obiettivo: puntare i riflettori sull’esercito silenzioso dei lavoratori del settore, disoccupati da mesi a causa della pandemia.

Il tour toccherà oggi il Mediolanum Forum di Milano, domani il Pala Alpitour a Torino, per concludersi il 10 aprile al Palazzo dello Sport di Roma. I video delle performance saranno diffusi in Rete alle 10 del mattino sui canali social delle varie location. "La situazione è preoccupante – sottolinea Poggipollini – per gli artisti e per chi sta dietro le quinte. Conosco tecnici del suono, delle luci, addetti alle scenografie che da mesi non guadagnano un euro. Gente con famiglie, figli e mutui da pagare. Oltre 370mila operatori e migliaia di aziende senza occupazione e prospettive. Altre categorie professionali hanno ricevuto aiuti dal governo. Le istituzioni, che sembrano non voler riconoscere dignità e impegno, a chi per mestiere calca il palcoscenico. Vorrei invece far presente che un musicista che punta a esibirsi è tenuto ad allenarsi minimo sei ore al giorno".

L’iniziativa, promossa dall’associazione Bauli In Piazza, prelude a un nuovo flashmob, sabato 17 aprile a Roma. Come accaduto a Milano, anche Piazza del Popolo si riempirà di bauli. Fra le richieste avanzate: istituzione di un fondo per i lavoratori dello spettacolo, sostegno economico per le imprese della filiera, calendarizzazione di un tavolo interministeriale sui modelli di ripartenza e sulla riforma del settore.