Venerdì 12 Aprile 2024

Oscar 2024: delusione Italia, esclusa dal premio. Garrone: “Grazie a chi ha tifato per noi”

‘Io capitano’ non porta a casa la statuetta, il premio al miglior film internazionale al favorito ‘La zona di interesse’. Il regista romano: “Il viaggio non finisce qui: porteremo il film nei villaggi più remoti del Senegal”

Los Angeles, 11 marzo 2024 – “È stato un viaggio fantastico, una grande avventura”. Nonostante la grande delusione del pubblico italiano per l’Oscar mancato al film ‘Io capitano’, il regista Matteo Garrone non perde l’aplomb e ringrazia tutti quelli che “ci hanno supportato e tifato per noi”.

Con la nomination al premio per il miglior film internazionale – qui la lista completa dei premi – l’Italia ha sperato fino all’ultimo. Ma, nella lunga maratona degli Oscar 2024, la statuetta d’oro è andata al favoritissimo film inglese ‘La zona di interesse’ di Jonathan Glazer, l’adattamento cinematografico del romanzo di Martin Amis che racconta la storia di una famiglia in bilico tra l’apparente normalità borghese e il terribile passato del padre, ex comandante nel campo di concentramento di Auschwitz.

Garrone: “Andremo nei villaggi più remoti del Senegal”

“Il viaggio non finisce qui, perché ad aprile andremo in Senegal dove tutto è iniziato e porteremo il film nei villaggi più remoti con degli schermi mobili”. Lo ha annunciato nella notte il regista Matteo Garrone, deciso a fare del suo film un simbolo delle contraddizioni dell’immigrazione di massa. Il “viaggio” di Seydou e Moussa – due adolescenti senegalesi che tentano la carta della fuga verso l’Italia per sopravvivere alla miseria, interpretando se stessi – non si ferma qui.

Matteo Garrone, Sulley Muntari, Seydou Sarr e Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema
Matteo Garrone, Sulley Muntari, Seydou Sarr e Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema

Il regista: "Grazie a chi ha tifato per noi”

Ma gli Usa sembrano non apprezzare la narrazione di Garrone: il film Leone d’argento a Venezia 2023, non è riuscito ad aggiudicarsi nemmeno i Golden Globe, nonostante la nomination come film straniero. “Ringrazio tutti coloro che ci hanno supportato in Italia in questo periodo – commenta Garrone – che hanno tifato per noi, i partner produttivi Rai Cinema e Pathé, il Mic, e tutti coloro che hanno seguito il film e lo hanno amato. Tutte le persone che lo hanno visto nei cinema del mondo e ci hanno regalato grandi emozioni".

Rai Cinema: “Soddisfazione essere arrivati qui”

“Essere arrivati fin qui è un risultato straordinario ed ora, nella notte più emozionante, tornano alla mente gli applausi e la commozione raccolti negli ultimi mesi in giro per il mondo. E, come un lungo abbraccio, continueranno ad accompagnarci nel viaggio che proseguirà il film, ora che ha raggiunto una risonanza mondiale''. É Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, a commentare la Cerimonia di premiazione degli Oscar 2024.

''Festeggiamo con tutti i reali protagonisti di questa storia, con Mamadou Kouassi e Fofana Amara – continua – con i due giovanissimi e straordinari attori Seydou Sarr e Moustapha Fall, e con Matteo Garrone questo bellissimo traguardo, a loro va il nostro più grande ringraziamento e le nostre congratulazioni''.

Riflettori accesi sul cinema italiano

''Matteo Garrone, grazie al suo enorme talento, ha acceso ancora una volta nel mondo i riflettori sul cinema italiano”, prosegue l'amministratore delegato di Rai Cinema, Del Broco. “Ha portato di nuovo l'Italia a competere con le eccellenze della cinematografia internazionale fino alle battute finali, un risultato che ha qualcosa di prodigioso, visto che abbiamo gareggiato contro le forze smisurate delle grandi piattaforme e dei grandi distributori con budget a disposizione molto più sostanziosi”, sottolinea Del Brocco.

Il film venduto in tutto il mondo

''Io Capitano ha attraversato i continenti e gli oceani per raccontare una storia ispirata alle migliaia di odissee quotidiane intraprese dai migranti”, aggiunge Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema. “E continuerà a raccontarle ancora, perché il film è stato venduto in tutto il mondo e proseguirà a lungo il suo cammino grazie al prestigio mondiale conquistato in questi mesi. Per Rai Cinema e per tutta la Rai questo traguardo rappresenta un grande motivo di orgoglio, un ulteriore forte stimolo per continuare a raccontare, attraverso il cinema, la nostra contemporaneità'', conclude.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro