Tornare a vivere la città con la sua proposta variegata di eventi culturali e intrattenimento. L’esortazione si trasforma in invito e dunque ‘Restate a Macerata’ rappresenta più di un claim promozionale per la bella stagione. Rappresenta l’essenza stessa della città marchigiana, capace di regalare emozioni tutto l’anno, ma oggi più che mai alla ricerca di una convivialità così attesa. Ne è convinto l’assessore comunale a Turismo, sport, eventi e comunicazione Riccardo Sacchi.

Assessore, avete adottato una strategia chiara, rivolta a cittadini e turisti.

"Abbiamo elaborato un programma insieme a tutti gli assessorati e le associazioni cittadine per arrivare a un pubblico vasto e eterogeneo, valorizzando le nostre ricchezze e proiettando grazie agli eventi il nome di Macerata su scala nazionale".

Un invito a scoprire la città dai grandi contenitori culturali, ma al tempo stesso una promozione del brand Macerata grazie agli eventi...

"In piena fase di pandemia abbiamo deciso di valorizzare la collaborazione con le realtà che organizzano eventi di portata nazionale. Così Musicultura è stato il primo festival a riaprire i teatri con le audizioni live a marzo. Il riscontro è stato importante, come la settimana del festival che ha aperto l’estate con le serate finali allo Sferisterio".

Non solo.

"La conferma di questa risonanza e del prestigio conferito alla città dalla rilevanza di questi eventi arriva anche dal successo riscontrato da ‘Macerata Racconta’. I finalisti del Premio Strega, lo scienziato Stefano Mancuso, giornalisti come Riccardo Iacona o Leo Turrini sono alcuni degli ospiti che hanno riempito piazze e cortili".

L’Arena Sferisterio centrale per il cartellone...

"Fino al 13 agosto ci sarà il Macerata Opera Festival: Aida e Traviata più danza, concerti e appuntamenti per tutta la durata del festival. Quest’anno si celebrano i 100 anni dalla prima rappresentazione lirica in Arena, l’Aida messa in scena nel 1921".

Dalla lirica al pop il passo è breve.

"Abbiamo allestito un sorprendente programma per ‘Sferisterio Live’: Diodato, Max Gazzè, Francesco De Gregori, Antonello Venditti sono solo alcuni dei nomi che, in collaborazione con l’associazione Arena Sferisterio, si esibiscono a Macerata".

E poi c’è l’arte. Ci sono le mostre.

"Verissimo. Macerata Città dell’Arte e del Circo di strada, rinnovandosi infatti dal 9 al 12 settembre l’appuntamento con Artemigrante. E poi le esposizioni ‘Tra cielo e terra’ a Palazzo Buonaccorsi (fino al 30 agosto); ‘The Flying Dutchman’ sempre a Palazzo Buonaccorsi (fino al 30 ottobre); ‘Effimero per errore’ a Palazzo Ricci (fino al 19 settembre) con protagonista Dante Ferretti e la mostra ‘Manifestival’ allo Sferisterio (fino al 31 agosto)".

Ma non è tutto.

"Restate a Macerata è anche promozione legata allo sport: ricordiamo che saremo ‘Città Europea dello Sport 2022’. E poi ci sono la storia, le tradizioni. Ad agosto ci saranno il 27° Festival Internazionale del Folklore e la 13° edizione di ‘Sibillini e Dintorni’, dedicata al fascino delle auto storiche con la rievocazione del ’Circuito della Vittoria’. E ancora le iniziative per le festività patronali coordinate dalla Pro Loco. Chiuderemo l’estate con l’ultimo evento di Sferisterio Live. In una liaison tra teatri e stagioni, presenteremo ‘Piazzolla y despues’ il 25 settembre al Teatro Lauro Rossi".